hypocritae che più hypocritae non si può

Marco 7:6 Ma egli, rispondendo, disse loro: «Ben profetizzò Isaia di voi, ipocriti, come sta scritto: “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me.

Matteo 15:7 Ipocriti, ben profetizzò di voi Isaia, quando disse: 8 “Questo popolo si accosta a me con la bocca e mi onora con le labbra; ma il loro cuore è lontano da me.

SINONIMO ipocrita ‹ipòcrita›

A agg.

[caratterizzato da ipocrisia: un discorso, un comportamento i.]

SIN  ambiguo, di facciata, doppio, falso, farisaico, insincero, menzognero, subdolo, tartufesco, untuoso, viscido, [di persona] mellifluo. SPREG cortigiano, gesuitico, strisciante. ELEV mendace. NON COM bifido, bifronte, loiolesco.

B s.m. e f.

[chi simula atteggiamenti o sentimenti esemplari: non sopporto gli i.]

bacchettone, dissimulatore, fariseo, perbenista, sepolcro imbiancato, simulatore, tartufo. SPREG attore, commediante, gesuita, prete. NON COM iscariota, santocchio.

Ci sono più ipocriti e ipocrite negli ambienti religiosi settari ed evangelici che nel resto del mondo.

L’ipocrisia è una forma di malvagità mascherata da bontà, da santità.

Il Signore Iddio non si lascia mai incantare dalle belle e dolci chiacchiere che uno può fare Egli considera la condotta di una persona, quello che fa nella vita, le opere che uno fa ed infatti il Signore Iddio giudica le persone in base alla condotta o alle opere e non in base alle dolci parole che uno può dire.

Nell’ambiente evangelico c’è una grande confusione, molti falsi o finti credenti si sono introdotti nella Chiesa di Dio e questi individui diciamo che sanno che Cristo è l’unico Salvatore e si riempiono la bocca del nome di Dio e di tanti alleluia ma non praticano la giustizia cioè non osservano la parola di Dio e ciò non serve a niente, oltre ad ingannare gli altri ingannano anche se stessi perché sono sulla via che mena alla perdizione e non ne sono consapevoli.

Se uno non è sincero con Dio non può esserlo nemmeno con le persone e questo è un grande male per chi è ipocrita perché purtroppo per lui per lei andranno in perdizione se non imparano ad essere sinceri e a cercare veramente Dio e a convertirsi concretamente a Cristo.

C’è un altro versetto che è apposta per gli ipocriti o gli astuti di cuore o i doppi di cuore ed è questo Proverbi 14:12 C’è una via che all’uomo sembra diritta, ma la sua fine sfocia in vie di morte.

La vita eterna la si realizza mediante l’arresa a Cristo, con il desiderio di cercare Dio, desiderare di comprendere la Sacra Bibbia, desiderare la salvezza della propria anima più forte di ogni altro desiderio, si deve essere sinceri con Dio per essere approvati da Lui, Dio non è un uomo che possa farsi adulare e incantare dalle belle e gentili chiacchiere che uno può fare, il Signore Iddio è Tremendo con Lui gli ipocriti o gli astuti di cuore non hanno nessuna speranza, quando moriranno Iddio metterà ogni cosa davanti ai loro occhi così non avranno altro che biasimare se stessi.

Credere che Cristo è il Salvatore non è sufficiente per ottenere la vita eterna, si deve fare la volontà di Dio e non quella del diavolo, e gli ipocriti così come il resto degli altri tipi di malvagi o cattivi non fanno la volontà di Dio se no non sarebbero ipocriti, gli ipocriti fanno la volontà del diavolo anche se si riempiono la bocca del nome di Cristo sono finti, sono falsi, non hanno l’amore di Dio nei loro cuori e li si riconosce dalle loro opere, dalla loro condotta, dal loro comportamento.

Cosa pensate? che uno crede in Cristo e può fare quello che gli pare tanto ha creduto, tanto si è sotto la grazia e non più sotto la legge?? qualcuno pensa questo? chi pensa queste cose non ha ancora capito niente della Bibbia e non si è ancora convertito veramente a Cristo.

Credere non basta per realizzare la vita eterna e lo dice sempre la Sacra Bibbia Matteo 7:21 Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli; ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.

se uno ha del buon senso, un buon discernimento riesce ad accorgersi anche se difficilmente o facilmente o con un bel pò di tempo se ha davanti una persona ipocrita o sincera, questo grazie allo Spirito Santo di Dio e alla sapienza che Dio ha donato a quelli che gli appartengono.

Tu la fai la volontà di Dio o sei solo uno di quei tanti chiacchieroni presenti in mezzo alla chiesa di Dio?

le persone ipocrite che non riguardano gli ambienti religiosi sono quelli che non hanno mai avuto pietà degli altri ma quando succede qualcosa di male a uno di loro o ai loro amici o ai loro familiari allora mettono di mezzo la bontà e la misericordia, incominciano a fare discorsi di pietà, di diritti umani etc. etc.

La Sacra Bibbia dice maledetti quelli che non amano Cristo

devo ricordare che la Sacra Bibbia cioè la Parola di Dio dice: “sia maledetto chi non ama Cristo“, naturalmente il Cristo della Sacra Bibbia è Dio, non il falso cristo della chiesa cattolica romana e delle altre religioni e altre organizzazioni settarie le quali non considerano il Cristo della Sacra Bibbia ma un cristo frutto della fantasia umana e anche frutto della menzogna del diavolo.

Il Cristo della Sacra Bibbia è Dio fatto uomo, l’unico Salvatore, l’unico Mediatore, l’unico Redentore, l’Alfa e l’Omega, il Re dei re, il Signore dei signori, il Nazareno, il Dio Vivente, L’Eterno, il Custode delle anime, il Buon Pastore etc. etc. Colui che ha potere sulla morte e sull’Ades, una delle tre Deità eterne, Padre Figlio e Spirito Santo.

Non amare Cristo significa commettere il male e quindi non osservare i comandamenti di Dio, significa non praticare la giustizia, vuole dire non fare le opere buone.

Infatti La Sacra Bibbia dice: “chi mi ama osserva la mia parola” “chi non mi ama non osserva la mia parola”  Giovanni 14:21 Chi ha i miei comandamenti e li osserva, è uno che mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio; e io lo amerò e mi manifesterò a lui». Giovanni 14:24 Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che udite non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.

Qualcuno che non conosce bene la Sacra Bibbia può scandalizzarsi e infastidirsi molto sentirsi dire che è maledetto se non osserva i comandamenti di Dio, se non ama Cristo.

Il fatto è che i comandamenti di Dio sono buoni e giusti, e osservarli significa innanzitutto non fare del male a nessuno e quindi non opprimere le persone, non fare soffrire le persone, non danneggiare le persone, non ingannare le persone, non fare morire le persone, non uccidere le persone, non rubare alle persone, etc. etc.

Dunque chi osserva i comandamenti di Dio è uno che ama Dio, chi non osserva i comandamenti di Dio è uno che non ama Dio, chi ama Dio allora desidera il bene della sua stessa anima, chi non ama Dio allora non desidera il bene della sua propria anima.

Chi sta dalla parte di Dio fa la volontà di Dio, chi sta dalla parte del diavolo fa la volontà del diavolo.

Chi sta dalla parte di Dio ama Dio e ama il prossimo e amare il prossimo significa non fargli del male. Marco 12:31 E il secondo è simile a questo: “Ama il tuo prossimo come te stesso”. Non vi è alcun altro comandamento maggiore di questi».

Chi non sta dalla parte di Dio non ama Dio e non ama il prossimo e non amare il prossimo significa fargli del male.

Il Signore Iddio non approva mai chiunque fa del male agli altri o a se stesso perché Egli è un Dio Benigno e Giusto desidera il bene delle anime non il male ma per beneficiare del suo amore, della sua misericordia, della sua grazia le persone devono ravvedersi, devono convertirsi a Cristo e incominciare a osservare i comandamenti di Dio se vuole che la sua anima sia salvata altrimenti Dio deve condannare le anime che insistono nei peccati e nella malvagità perché Egli è un Dio Giusto. Ezechiele 18:27 Se invece l’empio si allontana dall’empietà che commetteva e pratica l’equità e la giustizia, egli salverà la sua anima. 2Timoteo 2:21 Se dunque uno si purifica da queste cose, sarà un vaso ad onore, santificato e utile al servizio del padrone, preparato per ogni buona opera. Romani 9:22 E che dire se Dio, volendo mostrare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con molta pazienza i vasi d’ira preparati per la perdizione?

Lo ripeto ancora, se uno ci tiene alla sua stessa anima farebbe bene a convertirsi a Cristo e ad incominciare a credere nel Vangelo di Cristo e a metterlo in pratica.

La Sacra Bibbia Nuova Diodati

1Corinzi 16:22 Se qualcuno non ama il Signor Gesù Cristo, sia anatema! Maran-atha.

anatema=maledetto

La Sacra Bibbia parla della Sacra Bibbia

La Sacra Bibbia parla della Sacra Bibbia, ma ci sono i ministri di satana che fanno dire alla Sacra Bibbia ciò che la Sacra Bibbia non dice e le capre li ascoltano e vanno in perdizione assieme ai loro bene amati ministri del diavolo che le capre chiamano unti di Dio.

Se uno ci tiene alla sua anima fa bene a imparare da Cristo unico Maestro e Salvatore, la Sacra Bibbia la si deve capire con la mente di Cristo per poterla capire bene e non con la mente degli uomini o con la propria mente.

se uno ascolta un servo di Dio allora impara dallo Spirito Santo, se uno ascolta i ministri di satana allora non imparano niente di buono per le loro anime.

se uno non ha buona conoscenza delle sacre scritture non capirà la differenza tra un servo di Dio e un ministro di satana.

Isaia 9:15 Quelli che guidano questo popolo lo sviano, e quelli che si lascian guidare vanno in perdizione.

Michea 3:5 Così dice l’Eterno riguardo ai profeti che fanno sviare il mio popolo, che gridano: “Pace”, se hanno qualcosa da mordere fra i denti, ma dichiarano la guerra a chi non mette loro niente in bocca.

usano il termine amore come pretesto per andare contro la parola di Dio

I ministri di satana usano la parola amore, non l’amore vero quello di Dio ma solo il termine amore come pretesto per andare contro la parola di Dio.

Dicono fratelli non si deve giudicare perché Dio è amore, così nessuno più parla contro l’idolatria dei cattolici e neanche prova a farli ravvedere i cattolici, nessuno parla contro l’omosessualità etc. etc.

Usano il termine amore per tollerare il peccato così da non insegnare il timore di Dio.

usano il termine amore come pretesto per fare tante cose sbagliate, per intoppare contro la parola di Dio, ed infatti molte chiese evangeliche già si sono incamminate verso l’ecumenismo, verso l’unione con la chiesa cattolica romana e questo è peccato che porta alla perdizione.

Infatti Iddio permette al suo popolo di giudicare non di condannare ma di giudicare negativamente gli altri purché siano giudizi basati sulla verità.

Iddio non vuole che il suo popolo si unisca agli idolatri anzi Iddio vuole che gli idolatri siano avvertiti che devono abbandonare l’idolatria del cattolicesimo. Questo è Amore per le anime, indicare la strada giusta che porta alla vita eterna, avvertire i peccatori che si devono convertire a Cristo e devono abbandonare i peccati, questo è Amore di Dio, amore è indicare la strada giusta che porta alla vita eterna e questo lo fa la Sacra Bibbia, la parola di Dio ci indica cosa dobbiamo fare e cosa non dobbiamo fare per il bene delle nostre anime. La Parola di Dio è Amore e vuole che le anime siano salvate ma per beneficiare dell’amore di Dio si devono fare le cose che chiede di fare Cristo il Salvatore delle nostre anime.

Se nessuno giudica l’idolatra essere idolatra allora l’idolatra come fa a capire che deve ravvedersi? Se nessuno giudica negativamente l’omosessuale essere peccatore, allora l’omosessuale come fa a capire che deve ravvedersi? i peccatori devono essere avvertiti avvisati e questo è Amore di Dio, Iddio è Amore e per questa ragione Egli avverte ai peccatori che si devono convertire, si devono ravvedere, tollerare i peccatori o il peccato non è amore ma ipocrisia, malvagità, il diavolo gli sta molto bene che i peccatori non vengono avvertiti e rimangono nei loro peccati, è molto contento che molti peccatori non si convertono a Cristo sapete.

I seguaci di Cristo attingono dal Maestro il Signore Gesù Cristo, invece le capre attingono dall’uomo, prendono dall’uomo, imparano dall’uomo e così vanno in perdizione assieme ai loro bene amati conduttori.

Ma queste cose sono solo alcune, ci sono tante cose che fanno di male i conduttori disonesti contro la parola di Dio con la scusa dell’amore e menano alla perdizione tante povere anime.

Nuova Diodati

2Corinzi 6:14-16 Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo diverso, perché quale relazione c’è tra la giustizia e l’iniquità? E quale comunione c’è tra la luce e le tenebre? E quale armonia c’è fra Cristo e Belial? O che parte ha il fedele con l’infedele? E quale accordo c’è tra il tempio di Dio e gli idoli? Poiché voi siete il tempio del Dio vivente, come Dio disse: «Io abiterò in mezzo a loro, e camminerò fra loro; e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo».

Giovanni 7:24 Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.

Il Signore Iddio è un Giusto Giudice

C.E.I.

Salmo 7:12 Dio è giudice giusto, ogni giorno si accende il suo sdegno.

Diodati

Salmo 7:11 Iddio è giusto giudice, E un Dio che si adira ogni giorno.

Nuova Diodati

Salmo 7:11 DIO è un giusto giudice e un Dio che si adira ogni giorno contro i malfattori.

Nuova Riveduta

Salmo 7:11 Dio è un giusto giudice, un Dio che si sdegna ogni giorno.

Riveduta (Luzzi)

Salmo 7:11 Iddio è un giusto giudice, un Dio che s’adira ogni giorno.

I malvagi, i perfidi, gli ingiusti, i malfattori, gli empi, i cattivi, i peccatori, etc. etc. vogliono commettere il male però non vogliono pagare le conseguenze, vorrebbero anche andare nel Paradiso quando muoiono.

Se le persone non vogliono capire che c’è bisogno del ravvedimento, del pentimento, del cambiamento, della conversione a Cristo per essere giustificati e salvati allora per loro non c’è niente da fare, solo un destino eterno nelle fiamme del fuoco eterno della Geenna.

Uno non può commettere il male e farla franca, uno non può vivere di peccati e pensare di poter ricevere il perdono da Dio, il perdono da Dio si riceve nel momento in cui le persone si pentono dei loro peccati e si convertono a Cristo e cambiano, devono cambiare le persone, si devono ravvedere dalle loro opere malvagie, devono incominciare a fare le opere buone, questa è La Sacra Bibbia e non chiacchiere per lusingare e adulare le persone traendole nell’inganno per farli contenti e fessi come fanno tanti impostori che si etichettano da soli pastori, evangelisti, apostoli, profeti etc. etc. e ingannano molti credenti e molti peccatori, non sono loro salvati e neanche quelli che li seguono ciecamente e li reputano uomini di Dio, donne di Dio.

qualcuno vuole beneficiare della misericordia di Dio?

Il Signore Iddio è pieno di compassione e benignità, non si può negare, ma neanche si può negare che Egli è Giusto e che chiunque si schiera dalla parte del diavolo farà una brutta fine, andrà a trascorrere l’eternità nel fuoco eterno della Geenna.

Lo ripeto ancora una volta chi vuole beneficiare della misericordia di Dio, chi vuole essere amato da Dio e scampare il fuoco eterno deve convertirsi a Cristo, al Cristo delle sacre scritture, il Nazareno, il Cristo di Dio, l’unico Salvatore, l’Iddio Vivente e non al cristo della chiesa cattolica o di qualunque altra religione e setta.

Ezechiele 18:27 Se invece l’empio si allontana dall’empietà che commetteva e pratica l’equità e la giustizia, egli salverà la sua anima.

Marco 1:15 e dicendo: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Ravvedetevi e credete all’evangelo».

Quando si dice che ci si deve convertire a Cristo si deve cambiare, si deve accogliere Cristo nel proprio cuore, ci si deve pentire davanti a Dio e poi davanti agli uomini, si deve essere sinceri con Dio, si deve desiderare la salvezza o la vita eterna, non deve essere una conversione fasulla o a chiacchiere come stanno facendo alcuni che dicono di essersi convertiti ma stanno ancora sulla via che porta alla perdizione, dicono di essersi convertiti ma continuano a fare le cose che hanno sempre fatto, continuano a vivere nei peccati e nell’ingiustizia.

La Sacra Bibbia deve essere l’interesse principale di una persona convertita a Cristo e poi vengono le altre cose.

Si devono abbandonare i peccati, la pornografia, la fornicazione, la disonestà etc. etc. uno non può dire mi sono convertito però continuo ad essere un fornicatore e vedo pornografia, è ridicolo questa cosa, se uno si converte non deve vivere nei peccati ma deve abbandonarli altrimenti inganna se stesso.

se capita di peccare involontariamente e quindi raramente o difficilmente deve chiedere perdono a Dio ma non che uno deve perseverare nei peccati altrimenti che razza di conversione sarebbe.

Ezechiele 18:30 Perciò giudicherò ciascuno di voi secondo le sue vie, o casa d’Israele», dice il Signore, l’Eterno. «Ravvedetevi e abbandonate tutte le vostre trasgressioni, così l’iniquità non vi sarà più causa di rovina.

Ezechiele 18:31 Gettate lontano da voi tutte le vostre trasgressioni che avete commesso e fatevi un cuor nuovo e uno spirito nuovo. Perché mai vorreste morire, o casa d’Israele?

Si deve praticare la giustizia e non l’ingiustizia se uno non si arrende a Cristo e non pratica la giustizia è un figlio del diavolo dicono le sacre scritture e i figli del diavolo vanno nel fuoco eterno anche se Dio è pieno di amore e compassione.

La misericordia, l’amore, la benignità di Dio si possono beneficiare se uno si converte a Cristo e inizia a praticare la santificazione e la giustizia non esiste altro modo per beneficiare o usufruire dell’amore di Dio.

1Giovanni 3:10 Da questo si riconoscono i figli di Dio e i figli del diavolo: chiunque non pratica la giustizia non è da Dio, e neppure lo è chi non ama il proprio fratello.

Qualcuno vuole beneficiare della misericordia di Dio? allora si converta a Cristo, abbandoni le opere malvagie e inizia a praticare le opere buone.

quando uno si converte a Cristo, deve abbandonare la religione qualunque essa sia, deve accettare Cristo, il Vangelo di Cristo, deve ritenere la Sacra Bibbia unica fonte di verità e deve attingere dalla parola di Dio cioè dalla Sacra Bibbia, deve lasciare perdere le organizzazioni religiose e settarie, deve convertirsi a Cristo e non ad una religione o ad una setta, chi è cattolico, o buddista, o musulmano, o geovista, o altro ancora deve lasciare quella organizzazione umana, deve desiderare Cristo come unico Salvatore della sua anima, deve credere solo nella Sacra Bibbia, deve conoscere le sacre scritture cioè la verità di Dio, la religione o la setta non può cambiare una persona invece Cristo si.

apostasia figlio della perdizione e venuta di Cristo

Prima deve venire l’apostasia nella chiesa di Dio (profondo decadimento morale e di fede in tutte le chiese cristiane evangeliche), poi sarà manifestato l’anticristo assieme alla bestia 666 e il falso profeta, ci sarà un periodo di tempo di grande tribolazione e poi finalmente la seconda e ultima venuta di Cristo che prenderà i suoi e poi annienterà tutto il male.

quelli che non sono stati scritti nel Libro della Vita prenderanno il marchio della bestia 666. (onniscienza di Dio)

2Tessalonicesi 2:1 Or vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signor nostro Gesù Cristo e al nostro adunamento con lui, 2 di non lasciarvi subito sconvolgere nella mente né turbare o da spirito, o da parola, o da qualche epistola come se venisse da parte nostra, quasi che il giorno di Cristo sia già venuto. 3 Nessuno v’inganni in alcuna maniera, perché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e prima che sia manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, 4 l’avversario, colui che s’innalza sopra tutto ciò che è chiamato dio o oggetto di adorazione, tanto da porsi a sedere nel tempio di Dio come Dio, mettendo in mostra se stesso e proclamando di essere Dio.

Daniele 7:15 «Quanto a me, Daniele, il mio spirito rimase addolorato nell’involucro del corpo e le visioni della mia mente mi turbarono. 16 Mi avvicinai a uno di quelli che stavano vicino e gli domandai la verità di tutto questo; ed egli mi parlò e mi fece conoscere l’interpretazione di quelle cose: 17 “Queste grandi bestie, che sono quattro, rappresentano quattro re che sorgeranno dalla terra; 18 poi i santi dell’Altissimo riceveranno il regno e lo possederanno per sempre, per l’eternità”. 19 Allora desiderai sapere la verità intorno alla quarta bestia, che era diversa da tutte le altre e straordinariamente terribile, con denti di ferro e artigli di bronzo, che divorava, stritolava e calpestava il resto con i piedi, 20 e intorno alle dieci corna che aveva sulla testa, e intorno all’altro corno che spuntava e davanti al quale erano cadute tre corna, cioè quel corno che aveva occhi e una bocca che proferiva grandi cose e che appariva maggiore delle altre corna. 21 Io guardavo e quello stesso corno faceva guerra ai santi e li vinceva, 22 finché giunse l’Antico di giorni e fu resa giustizia ai santi dell’Altissimo, e venne il tempo in cui i santi possedettero il regno. 23 Ed egli mi parlò così: “La quarta bestia sarà un quarto regno sulla terra, che sarà diverso da tutti gli altri regni e divorerà tutta la terra, la calpesterà e la stritolerà. 24 Le dieci corna sono dieci re che sorgeranno da questo regno; dopo di loro ne sorgerà un altro, che sarà diverso dai precedenti e abbatterà tre re. 25 Egli proferirà parole contro l’Altissimo, perseguiterà i santi dell’Altissimo con l’intento di sterminarli e penserà di mutare i tempi e la legge; i santi saranno dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi e la metà di un tempo. 26 Si terrà quindi il giudizio e gli sarà tolto il dominio, che verrà annientato e distrutto per sempre. 27 Poi il regno, il dominio e la grandezza dei regni sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell’Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutti i domini lo serviranno e gli ubbidiranno”. 28 Qui finirono le parole rivoltemi. Quanto a me, Daniele, i miei pensieri mi turbarono grandemente e il mio aspetto cambiò, ma conservai le parole nel mio cuore».

Daniele 12:1 «In quel tempo sorgerà Mikael, il gran principe, il difensore dei figli del tuo popolo; e ci sarà un tempo di angoscia, come non c’era mai stato da quando esistono le nazioni fino a quel tempo. In quel tempo il tuo popolo sarà salvato, tutti quelli che saranno trovati scritti nel libro.

Daniele 12:11 Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio continuo e sarà eretta l’abominazione che causa la desolazione, vi saranno milleduecentonovanta giorni. 12 Beato chi aspetta e giunge a milletrecentotrentacinque giorni.

Matteo 24:15 «Quando dunque avrete visto l’abominazione della desolazione, predetta dal profeta Daniele, posta nel luogo santo (chi legge intenda), 16 allora coloro che sono nella Giudea fuggano ai monti. 17 Chi si trova sulla terrazza della casa, non scenda a prendere qualcosa di casa sua; 18 e chi è nei campi, non torni indietro a prendere il suo mantello. 19 Ma guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni! 20 E pregate che la vostra fuga non accada d’inverno, né di sabato, 21 perché allora vi sarà una tribolazione così grande, quale non vi fu mai dal principio del mondo fino ad ora, né mai più vi sarà.

Matteo 24:29 «Ora, subito dopo l’afflizione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà il suo chiarore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. 30 E allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e tutte le nazioni della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con potenza e grande gloria. 31 Ed egli manderà i suoi angeli con un potente suono di tromba; ed essi raccoglieranno i suoi eletti dai quattro venti, da una estremità dei cieli all’altra.

Apocalisse 13:8 E l’adoreranno tutti gli abitanti della terra, i cui nomi non sono scritti nel libro della vita dell’Agnello, che è stato ucciso fin dalla fondazione del mondo.

Apocalisse 14:9 Un terzo angelo li seguì dicendo a gran voce: «Se uno adora la bestia e la sua immagine e ne prende il marchio sulla sua fronte o sulla sua mano, 10 berrà anch’egli il vino dell’ira di Dio, versato puro nel calice della sua ira e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all’Agnello.11 E il fumo del loro tormento salirà nei secoli dei secoli, e non avranno requie né giorno né notte coloro che adorano la bestia e la sua immagine e chiunque prende il marchio del suo nome». 12 Qui è la costanza dei santi; qui sono coloro che osservano i comandamenti di Dio e la fede di Gesù.