Dio non si stanca facilmente di perdonare

La Sacra Bibbia Nuova Diodati

Isaia 55:7 Lasci l’empio la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri, e ritorni all’Eterno che avrà compassione di lui, e al nostro DIO che perdona largamente.

Geremia 3:22 «Ritornate, o figli traviati, io guarirò le vostre ribellioni». «Ecco, noi veniamo a te, perché tu sei l’Eterno, il nostro DIO.

Michea 7:18 Qual Dio è come te che perdona l’iniquità e passa sopra la trasgressione del residuo della sua eredità? Egli non conserva per sempre la sua ira perché prende piacere nell’usare misericordia.

Ezechiele 18:27 Se invece l’empio si allontana dall’empietà che commetteva e pratica l’equità e la giustizia, egli salverà la sua anima.

Isaia 31:6 Ritornate a colui dal quale vi siete grandemente allontanati, o figli d’Israele!

Ezechiele 33:11 Di’ loro: Com’è vero che io vivo», dice il Signore, l’Eterno, «io non mi compiaccio della morte dell’empio, ma che l’empio si converta dalla sua via e viva; convertitevi, convertitevi dalle vostre vie malvagie. Perché mai dovreste morire, o casa d’Israele?

La giustizia e la misericordia appartengono a Dio non all’uomo, se appartenessero all’uomo nessuno riuscirebbe a mettersi in salvo, se il nostro destino eterno dipendesse dall’uomo nessuno riuscirebbe a ottenere la vita eterna che è nel Signore Gesù Cristo, ma il Signore Iddio è ricco di misericordia e benignità, ricco di verità e giustizia, ricco di fedeltà e verità, tutti hanno avranno avuto la possibilità o la speranza di vita eterna poiché il Sacrificio di Cristo è stato fatto per tutti, per l’intera umanità.

Il Signore Iddio è pieno di amore, pieno di giustizia, pieno di benignità un Dio Meraviglioso e non si può dire la stessa cosa dell’uomo.

Se uno si converte dalla sua malvagità Il Signore Iddio è pronto a perdonare, ma se uno non si converte mai dalla sua malvagità come pensa di essere perdonato? non potrà beneficiare della misericordia di Dio, e quindi andrà in perdizione.

È difficile che il Signore Iddio si stanchi di perdonare Egli è lento all’ira, se non perdona più vuole dire che le persone malvagie hanno insistito molto nelle loro opere malvagie, hanno avuto piacere nella malvagità e nell’ingiustizia e non hanno voluto prendere in considerazione il ravvedimento.

Qualcuno dice che addirittura Dio perdona sempre, questo non è possibile, non è vero perché se perdonasse sempre allora nessuno andrebbe in perdizione e potremmo peccare quante volte ci pare e piace tanto Dio perdona sempre, bisogna stare molto attenti a quello che si legge in giro su internet e a quello che si ascolta dai conduttori nelle comunità evangeliche.

Sicuramente Dio non perdona un paio di volte soltanto, ho detto che difficilmente si stanca di perdonare, e quindi dobbiamo stare attenti a non perseverare nei peccati, non è buono questa cosa, si deve fare molta attenzione, le nostre anime hanno bisogno di stare attaccati a Cristo e per stare attaccati a Cristo è importante peccare il meno possibile, metterci la buona volontà, santificarci, essere meno carnali e più spirituali.

 

La Sacra Bibbia 2Samuele 22:31

2Samuele 22:31 La via di Dio è perfetta; la parola dell’Eterno è purificata col fuoco. Egli è lo scudo di tutti quelli che sperano in Lui.

Amen

La Sacra Bibbia Salmo 89:14

Diodati

Salmo 89:14 Giustizia e giudicio son la ferma base del tuo trono; Benignità e verità vanno davanti alla tua faccia.

Nuova Diodati

Salmo 89:14 Giustizia e diritto formano la base del tuo trono; benignità e verità vanno davanti al tuo volto.

Nuova Riveduta

Salmo 89:14 Giustizia e diritto sono la base del tuo trono, bontà e verità vanno davanti a te.

Riveduta (Luzzi)

Salmo 89:14 Giustizia e diritto son la base del tuo trono, benignità e verità van davanti alla tua faccia.

Amen

Il Signore Iddio giudica singolarmente ogni persona

La Sacra Bibbia

Ezechiele 18:1 La parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: 2 «Cosa intendete dire quando usate questo proverbio circa il paese d’Israele dicendo: “I padri hanno mangiato l’uva acerba e i denti dei figli si sono allegati”? 3 Com’è vero che io vivo», dice il Signore, l’Eterno, «non userete più questo proverbio in Israele. 4 Ecco, tutte le anime sono mie; tanto l’anima del padre come l’anima del figlio sono mie. L’anima che pecca morirà. 5 Se uno è giusto e pratica l’equità e la giustizia, 6 se non mangia sui monti e non alza gli occhi agli idoli della casa d’Israele, se non contamina la moglie del suo vicino e non si accosta a donna mentre è impura, 7 se non opprime nessuno, se restituisce il suo pegno al debitore, se non compie alcuna rapina, se dà il suo pane all’affamato e copre di vesti l’ignudo, 8 se non presta a interesse e non dà ad usura, se ritrae la sua mano dall’iniquità e giudica secondo equità fra uomo e uomo, 9 se cammina nei miei statuti e osserva i miei decreti agendo con fedeltà, questi è giusto e certamente vivrà», dice il Signore, l’Eterno. 10 «Ma se ha generato un figlio violento, che spande il sangue e fa a suo fratello qualcuna di queste cose 11 (mentre il padre non ha commesso nessuna di queste cose), e mangia sui monti e contamina la moglie del suo vicino, 12 opprime il povero e il bisognoso, compie rapine, non restituisce il pegno, alza gli occhi agli idoli, commette abominazioni, 13 presta a interesse e dà ad usura, vivrà forse costui? Egli non vivrà. Poiché ha commesso tutte queste abominazioni certamente morrà; il suo sangue ricadrà su lui. 14 Ma se costui genera un figlio che, vedendo tutti i peccati commessi dal padre, se ne rende conto ma non li commette, 15 non mangia sui monti, non alza gli occhi agli idoli della casa d’Israele, non contamina la moglie del suo vicino, 16 non opprime alcuno, non prende pegni, non compie rapine, ma dà il suo pane all’affamato, copre di vesti l’ignudo, 17 trattiene la sua mano dall’opprimere il povero, non prende interesse né usura, osserva i miei decreti e cammina nei miei statuti, costui non morirà per l’iniquità del padre; egli certamente vivrà. 18 Suo padre invece, poiché ha oppresso e ha compiuto rapine a danno del fratello e ha fatto ciò che non è bene in mezzo al suo popolo, ecco egli morirà per la sua iniquità. 19 Tuttavia voi dite: “Perché il figlio non porta l’iniquità del padre?”. Poiché il figlio pratica l’equità e la giustizia, osserva tutti i miei statuti e li mette in pratica, certamente egli vivrà. 20 L’anima che pecca morirà, il figlio non porterà l’iniquità del padre e il padre non porterà l’iniquità del figlio; la giustizia del giusto sarà su di lui, l’empietà dell’empio sarà su di lui. 21 Se però l’empio si allontana da tutti i peccati che commetteva, se osserva tutti i miei statuti e pratica l’equità e la giustizia, egli certamente vivrà; non morirà. 22 Nessuna delle trasgressioni che ha commesso sarà più ricordata contro di lui; egli vivrà per la giustizia che pratica. 23 Provo forse piacere della morte dell’empio?», dice il Signore, l’Eterno, «e non piuttosto che egli si converta dalle sue vie e viva? 24 Ma se il giusto si allontana dalla sua giustizia e commette l’iniquità e imita tutte le abominazioni che l’empio fa, vivrà forse costui? Tutta la giustizia che ha compiuto non sarà più ricordata; per la trasgressione che ha compiuto e per il peccato che ha commesso, egli morirà a causa di essi. 25 Tuttavia voi dite: “La via del Signore non è giusta”. Ascoltate ora, o casa d’Israele: è proprio la mia via che non è giusta, o sono piuttosto le vostre vie che non sono giuste? 26 Se il giusto si allontana dalla sua giustizia e commette l’iniquità, e a causa di questo muore, muore per l’iniquità che ha commesso. 27 Se invece l’empio si allontana dall’empietà che commetteva e pratica l’equità e la giustizia, egli salverà la sua anima. 28 Poiché ha considerato di allontanarsi da tutte le trasgressioni che commetteva, certamente vivrà; non morirà. 29 Tuttavia la casa d’Israele dice: “La via del Signore non è giusta”. Sono proprio le mie vie che non sono giuste, o casa d’Israele, o sono piuttosto le vostre vie che non sono giuste? 30 Perciò giudicherò ciascuno di voi secondo le sue vie, o casa d’Israele», dice il Signore, l’Eterno. «Ravvedetevi e abbandonate tutte le vostre trasgressioni, così l’iniquità non vi sarà più causa di rovina. 31 Gettate lontano da voi tutte le vostre trasgressioni che avete commesso e fatevi un cuor nuovo e uno spirito nuovo. Perché mai vorreste morire, o casa d’Israele? 32 Io infatti non provo alcun piacere nella morte di chi muore», dice il Signore, l’Eterno. «Convertitevi dunque e vivrete».

L’Eterno è giusto in tutte le sue vie e benigno in tutte le sue opere

Diodati

Salmo 145:17 Il Signore è giusto in tutte le sue vie, E benigno in tutte le sue opere.

Nuova Diodati

Salmo 145:17 L’Eterno è giusto in tutte le sue vie e benigno in tutte le sue opere.

Nuova Riveduta

Salmo 145:17 Il SIGNORE è giusto in tutte le sue vie e benevolo in tutte le sue opere.

Riveduta (Luzzi)

Salmo 145:17 L’Eterno è giusto in tutte le sue vie e benigno in tutte le sue opere.

Amen

Il Signore Iddio non opprime e non tenta nessuno

Giobbe 37:23 L’Onnipotente noi non lo possiamo raggiungere. Egli è sublime in potenza, in rettitudine e nella sua grande giustizia; egli non opprime alcuno.

Giacomo 1:13 Nessuno, quando è tentato dica: «Io sono tentato da Dio», perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno.

Il Signore Iddio è Grande, è Eccelso eppure Lui non opprime nessuno cioè non costringe nessuno a fare qualcosa contro la propria volontà, non viola mai la volontà degli umani, e neanche tenta le persone a commettere il male, né suggerisce, né consiglia, né obbliga le persone a fare il male, Il Signore Iddio è Leale, un Dio Giusto e Benigno.

Mentre ci sono miseri mortali, vermi di terra che vogliono imporre la loro volontà sugli altri, esseri sleali, malvagi, crudeli, perfidi, infidi senza alcun timore di Dio.