Iddio ama il peccatore e odia il peccato?

SINONIMO DI PECCATORE PECCATRICE
colpevole, trasgressore, vizioso, reo, malfattore, traviato, trasgressore, prevaricatore, immorale, disonesto, corrotto, penitente, reo, ingiusto, iniquo, malvagio, cattivo,

certi simpaticissimi pastori dicono che Dio ama il peccatore e odia il peccato, dicono che Dio ama tutti incondizionatamente.

Ma cosa dice in realtà la Bibbia? È così che stanno veramente le cose?

Andiamo subito alla pratica vediamo cosa dicono le sacre scritture che non hanno bisogno di essere interpretate, scritture di facile comprendonio.

Salmo 11:5 L’Eterno prova il giusto; ma l’anima sua odia l’empio e colui che ama la violenza.

Salmo 5:5 Quelli che si gloriano, non potranno reggere davanti ai tuoi occhi; tu hai in odio tutti gli operatori d’iniquità.

Proverbi 3:32 perché l’Eterno ha in abominio l’uomo perverso, ma il suo consiglio è per gli uomini retti.

Proverbi 6:16 L’Eterno odia queste sei cose, anzi sette sono per lui un abominio: 17 gli occhi alteri, la lingua bugiarda, le mani che versano sangue innocente, 18 il cuore che escogita progetti malvagi, i piedi che sono veloci nel correre al male, 19 il falso testimone che proferisce menzogne e chi semina discordie tra fratelli.

Che dite? Vogliamo buttarci dietro le spalle queste sacre scritture perché sono del vecchio testamento? Va bene facciamo come volete voi.

Ora prendiamo il Nuovo Testamento e vediamo cosa dicono le sacre scritture.

Apocalisse 22:15 Fuori i cani, i maghi, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna.

Apocalisse 21:8 Ma per i codardi, gl’increduli, gl’immondi, gli omicidi, i fornicatori, i maghi, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno che arde con fuoco e zolfo, che è la morte seconda».

1Corinzi 16:22 Se qualcuno non ama il Signor Gesù Cristo, sia anatema! Maran-atha. (anatema=maledetto)

Matteo 25:41 Allora egli dirà ancora a coloro che saranno a sinistra: “Andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno che è stato preparato per il diavolo e per i suoi angeli.

In queste sacre scritture del nuovo testamento qualcuno forse riesce ad intuire che Dio ama i peccatori?

1) Apocalisse 22:15 In questo versetto Dio chiama CANI i malvagi o i peccatori e se li chiama cani non mi pare che sia un espressione di amore.

2) Apocalisse 21:8 dice che i peccatori vanno nello stagno di fuoco cioè nella Geenna, per voi altri, il Signore Iddio fa andare in un luogo di tormenti quelli che ama?

3) 1Corinzi 16:22 dice che è maledetto chiunque non ama Cristo, per voi altri il Signore Iddio maledice quelli che ama?

4) Matteo 25:41 questo versetto dice che Cristo maledetti andate nel fuoco eterno, ora per voi altri Cristo dice questa cosa a delle anime che ama? O forse pensate che Cristo li avrebbe amati quando erano in vita e poi non li ama più quando sono morti?

Il Signore Iddio non è un uomo non ha bisogno di sperare che qualcuno si converta a Lui, Egli non è un mortale, Iddio è Onnisciente e come dicono le sacre scritture Iddio conosce i suoi, conosce quelli che Gli appartengono e quelli che invece non gli appartengono cioè i figli del maligno.

Il Signore Iddio ama i peccatori che si convertiranno a Cristo, mentre i peccatori che non si convertiranno mai ma che rigetteranno sempre Cristo sono odiati e per questa ragione condannati al fuoco eterno della Geenna.

È sbagliato dire Dio ama il peccatore e odia il peccato, attenzione Iddio non giudica il peccato ma il peccatore, Iddio non manda all’inferno i peccati dei peccatori ma i peccatori.

1Pietro 4:18 E «se il giusto è appena salvato, cosa avverrà dell’empio e del peccatore?». Il peccatore se non si converte dai suoi peccati, se non si ravvede dalle sue opere malvagie andrà nel fuoco eterno della Geenna, chiunque muore nei peccati va all’inferno e questo succede perché Iddio è GIUSTO.

Per beneficiare della misericordia di Dio occorre il ravvedimento, per essere amati da Dio c’è una condizione, si deve amare Dio, si deve fare la volontà di Dio e non quella del maligno.

Giovanni 14:21 Chi ha i miei comandamenti e li osserva, è uno che mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio; e io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Proverbi 8:17 Io amo quelli che mi amano, e quelli che mi cercano diligentemente mi trovano. Iddio ama quelli che lo amano cioè quelli che fanno la sua volontà, La Sacra Bibbia non dice mai che Dio ama i malvagi, è vero c’è il famoso Giovanni 3:16 ma quello va interpretato, se Giovanni 3:16 intendesse dire che Dio ama tutti incondizionatamente non ci sarebbe bisogno della conversione, non avrebbe senso neanche la predicazione, la Bibbia parla sempre al condizionale SE, SE, se fai il bene ti troverai il bene, se fai il male ti troverai il male, se osservi la parola di Dio sarai salvato, se non osservi la parola di Dio sarai condannato.

È inutile che gli empi vogliono giustificare altri empi come loro, Iddio è lento all’ira e pieno di compassione, ma è anche un Dio Giusto, Giusto, Giusto e questo è un problema per tutti quelli che non si saranno convertiti dalla loro malvagità, dalle loro opere ingiuste.

Per beneficiare dell’amore di Dio o della sua grazia le persone devono ravvedersi, devono smettere di fare il male devono iniziare a fare le opere buone e accettare Cristo non c’è nessun’altra alternativa per essere salvati e ottenere la vita eterna.

Iddio non fa andare nella Geenna le anime che ama ma le anime che tiene in odio e cioè i figli del maligno.

Nel fuoco eterno della Geenna non ci andranno i peccati ma i peccatori che non si saranno convertiti a Cristo.

i peccatori e le peccatrici hanno bisogno di essere lavati con il sangue prezioso di Cristo per la remissione dei peccati altrimenti non possono essere salvati, i loro peccati rimangono e li portano alla perdizione, vanno in perdizione, quindi i peccatori e le peccatrici  devono arrendersi a Cristo, devono sottomettersi a Cristo, devono accettare Cristo per beneficiare del perdono di Dio ed essere riconciliati a Dio.

Il Signore Iddio è pieno di amore, ricco di compassione e benignità, è un Dio Meraviglioso è verità assoluta, Egli perdona anche la persona più cattiva al mondo, non si può negare questa cosa ma non si può negare neanche che Dio è anche Giustizia e le persone che siano molto cattive o poco cattive, molto peccatori o poco peccatori hanno bisogno di ravvedersi, necessitano di convertirsi a Cristo per essere salvati e non andare in perdizione.

Dio non esaudisce i peccatori

C.E.I.

Giovanni 9:31 Ora, noi sappiamo che Dio non ascolta i peccatori, ma se uno è timorato di Dio e fa la sua volontà, egli lo ascolta.

Diodati

Giovanni 9:31 Or noi sappiamo che Iddio non esaudisce i peccatori; ma, se alcuno è pio verso Iddio, e fa la sua volontà, quello esaudisce egli.

Nuova Diodati

Giovanni 9:31 Or noi sappiamo che Dio non esaudisce i peccatori, ma se uno è pio verso Dio e fa la sua volontà, egli lo esaudisce.

Nuova Riveduta

Giovanni 9:31 Si sa che Dio non esaudisce i peccatori; ma se uno è pio e fa la volontà di Dio, egli lo esaudisce.

Riveduta (Luzzi)

Giovanni 9:31 Si sa che Dio non esaudisce i peccatori; ma se uno è pio verso Dio e fa la sua volontà, quello egli esaudisce.

Chiunque vive nei peccati, persevera nei peccati non può essere approvato da Dio perché chi pecca significa che non fa la volontà di Dio e chi non fa la volontà di Dio non può piacere a Dio e se non può piacergli Egli non li aiuta o non li ascolta o non li esaudisce.

I seguaci di Cristo devono santificarsi non devono vivere nei peccati, la Sacra Bibbia dice fate frutti degni di ravvedimento attenzione, (Matteo 3:8 Fate dunque frutti degni di ravvedimento!) se uno commetteva fornicazione non deve continuare a fare questo, se uno rubava non deve più rubare, se uno si ubriacava non deve più ubriacarsi, se uno vedeva pornografia non lo deve fare più etc. etc. Lo so che è difficile perché la carne desidera fare queste cose, il fatto è che se si vuole piacere a Dio si deve essere il meno carnale possibile e più spirituale possibile. (1Pietro 2:11 Carissimi, io vi esorto, come stranieri e pellegrini, ad astenervi dai desideri della carne che guerreggiano contro l’anima.) voi non potete dire di essere convertiti a Cristo e vivere nei peccati è un controsenso, è un paradosso.

Dio vuole che noi ci santifichiamo, non vuole che noi continuiamo a peccare o vivere nei peccati, i peccati o il peccato allontana da Dio che è Santo, il peccato produce la morte spirituale perciò se uno dice di essersi convertito a Cristo ma vive nei peccati illude se stesso. (Romani 7:13 Ciò che è buono è dunque diventato morte per me? Così non sia; anzi il peccato mi è diventato morte, affinché appaia che il peccato produce in me la morte per mezzo di ciò che è buono, affinché il peccato divenisse estremamente peccaminoso per mezzo del comandamento.) se noi diciamo di essere cristiani dobbiamo avere una condotta cristiana e non fare come fanno i pagani che sguazzano nei peccati ed hanno la faccia tosta di farsi chiamare cristiani.

La Bibbia dice che Dio non esaudisce i peccatori, voi potete fare tutti i ragionamenti che volete per giustificarvi, per cercare di giustificare i vostri peccati, la vostra cattiva condotta e potete andare appresso a degli uomini disonesti che vi fanno sognare ad occhi aperti ma non potete trarre nell’inganno Dio. non peccare più è molto difficile però perseverare nei peccati o continuare a vivere nei peccati è cosa molto sbagliata e sconveniente.

Ecco la Bibbia dice che Dio non esaudisce i peccatori cosa volete aggiungere o togliere a questa?

Voi potete fare tutti i ragionamenti che volete ma non troverete da nessuna parte della Bibbia scritto che Dio approva chi pecca, o che i peccatori siano graditi a Dio o che li tolleri, anzi troverete sempre che Dio dice ravvedetevi, convertitevi, abbandonate le vostre trasgressioni, i vostri peccati, la vostra malvagità.

Peccare vuole dire trasgredire i Comandamenti di Dio.