quelli del solo amore? un branco di ipocriti tra i carnali più carnali

Un seguace di Cristo, un buon cristiano deve tenere presente entrambi le caratteristiche di Dio e cioè l’amore e la giustizia, si deve parlare contro i malvagi e le malvagie, contro i peccati e contro il male, si deve avvertire i malvagi che devono ravvedersi dalla loro malvagità e non dire a loro che Gesù li ama perché non è affatto vero che Gesù ama i peccatori o i malvagi, i malvagi o i peccatori non si deve lusingarli con tante belle chiacchiere, non si deve adularli dicendo a loro che Cristo li ama, se i malvagi non si convertono vanno in perdizione, per beneficiare dell’amore di Dio i malvagi o i peccatori devono ravvedersi.

Dio ama il peccatore ma quale peccatore? il peccatore che si convertirà a Lui quello ama, mentre il peccatore che non si converte mai a Lui il Signore Iddio non lo ama, non si deve dimenticare che il Signore Iddio conosce i suoi dicono le sacre scritture cioè Lui sa chi si convertirà e chi invece non si convertirà mai, Egli è Onnisciente, se Dio non fosse Onnisciente non sarebbe Dio ma sarebbe tonino il fruttivendolo.

un cosiddetto pastore del solo amore di Dio mi ha detto alcuni giorni fa su whatsapp (il Signore spera sempre che le persone si convertono, il Signore ama tutti etc. etc.) io l’ho risposto dicendogli il Signore non spera siamo noi umani che speriamo, Dio sa già tutto, Egli è Onnisciente conosce il principio e la fine dell’umanità come se fosse un libro di storia già letto e riletto. il cosiddetto pastore dell’amore non sapeva più cosa dire e per mancanza di umiltà ha evitato di rispondere a questa cosa, anzi ha continuato a dire cose senza senso, io che sono un semplice credente ho dovuto correggere un pastore, un cosiddetto pastore che dovrebbe conoscere la Bibbia molto meglio di un qualsiasi credente, che figuraccia se fosse successo pubblicamente.

i cosiddetti buonisti o iperbuonisti  di solito sono sempre tra quelli più fetenti dei fetenti, quando si manifestano e cacciano fuori il loro vero carattere ci si accorge che di tutto l’amore che loro parlano è in verità un falso amore, non è l’amore di Dio, loro sono molto o totalmente carnali, l’amore di cuoi parlano loro è un amore che non esiste, Dio è Amore e per questa ragione avverte i peccatori che si devono ravvedere, se non fosse amore non li avvertirebbe e li lascerebbe perdere, Il Signore Iddio non lusinga nessuno, non adula nessuno, non approverà mai il malvagio o il peccatore, Il Signore Iddio perdona se i peccatori o i malvagi si convertono a Lui e abbandonano le loro opere malvagie.

I seguaci di Cristo cioè i cristiani devono avere sia il senso della misericordia di Dio e sia il senso della giustizia di Dio, solo l’amore non vale, così anche solo la giustizia non vale e non devono esaltare uno più dell’altro ma li devono esaltare entrambi.

Di solito i credenti molto carnali o fin troppo carnali preferiscono sentire solo una parte della Sacra Bibbia quelle che riguarda la misericordia di Dio perché in questo modo loro si sentono giustificati o peggio tollerati o ancora peggio approvati.

Se uno trascura la giustizia di Dio o trascura l’amore di Dio è un credente molto carnale che non vuole sottomettersi a tutta la parola di Dio, non si deve trascurare né l’amore e né la giustizia di Dio se si vuole essere approvato da Dio.

C’è una organizzazione evangelica di cui per ovvie ragioni non faccio il nome che questi parlano sempre di amore e non stanno parlando già da diversi anni contro l’idolatria dei pagani, dei cattolici,  però se non dai la decima a loro, se non dai i quattrini a loro ogni fine mese e puntualmente e per tutta la vita allora ti minacciano, dicono che Dio manda castighi etc. etc.

In verità e lo dico davanti a Dio questi del solo amore non hanno l’amore di Dio, sono dei bigotti, falsi, e ipocriti, sono più falsi della pirite.

Fratelli e sorelle state bene attenti a quelli che vi parlano spesso e solo di amore di Dio, fate bene attenzione che dietro la loro facciata piena di amore si nascondono persone dalla doppia personalità, persone molto molto carnali.

In realtà loro parlano di amore ma non è l’amore di Dio che parlano è la loro fantasia, un amore falso, l’amore di Dio è sempre collegato alla giustizia, sempre ed infatti quando si parla di amore di Dio si deve automaticamente parlare anche della sua giustizia.

Questi soggetti finti e ipocriti e soprattutto molto molto carnali quando mostri a loro dei versetti biblici di cui parlano della giustizia di Dio si infastidiscono molto, perché in verità loro disprezzano la parola di Dio la somma della verità che è amore e giustizia non solo amore e non solo giustizia ma amore e giustizia, bontà e severità di Dio.

La bibbia di questi soggetti molto molto carnali è fatta di una decina di pagine e basta tutto il resto lo ignorano, se lo buttano alle spalle, lo scartano.

loro vogliono farsi vedere come dei cristiani dolcissimi in verità se qualcuno prova a criticarli o a giudicarli o a metterli in discussione si manifestano per quello che in realtà sono, loro vogliono apparire per quello che in realtà non sono.

è la somma della parola di Dio che deve essere predicate, annunciata e non mezza parola, e la somma della parola di Dio è questa se uno si converte dalla malvagità viene salvato, se uno non si converte dalla malvagità va in perdizione. Amore e Giustizia, misericordia e severità di Dio, e come già detto l’amore di Dio va a braccetto con la giustizia.

La Bibbia per lo più o di più parla sempre di malvagi e contro i malvagi, attenzione Cristo parla più della realtà dell’inferno anziché delle cose che possono piacere a tutti., il Signore Gesù Cristo parla abbastanza della realtà dell’Ades proprio perché Egli vuole mettere in guardia le persone e non lusingarle o adularle come fanno i conduttori disonesti e infidi.

Romani 11:22 Vedi dunque la bontà e la severità di Dio: la severità su quelli che sono caduti, e la bontà verso di te, se pure perseveri nella bontà, altrimenti anche tu sarai reciso.

NO all’ecumenismo NO all’unione con le religioni e le sette

C.E.I.

2Corinzi 6:14-16 Non lasciatevi legare al giogo estraneo degli infedeli. Quale rapporto infatti ci può essere tra la giustizia e l’iniquità, o quale unione tra la luce e le tenebre? Quale intesa tra Cristo e Beliar, o quale collaborazione tra un fedele e un infedele? Quale accordo tra il tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come Dio stesso ha detto: Abiterò in mezzo a loro e con loro camminerò e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo

Diodati

2Corinzi 6:14-16 Non vi accoppiate con gl’infedeli; perciocchè, che partecipazione vi è egli tra la giustizia e l’iniquità? e che comunione vi è egli della luce con le tenebre? E che armonia vi è egli di Cristo con Belial? o che parte ha il fedele con l’infedele? E che accordo vi è egli del tempio di Dio con gl’idoli? poichè voi siete il tempio dell’Iddio vivente; siccome Iddio disse: Io abiterò nel mezzo di loro, e camminerò fra loro; e sarò lor Dio, ed essi mi saranno popolo.

Nuova Diodati

2Corinzi 6:14-16 Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo diverso, perché quale relazione c’è tra la giustizia e l’iniquità? E quale comunione c’è tra la luce e le tenebre? E quale armonia c’è fra Cristo e Belial? O che parte ha il fedele con l’infedele? E quale accordo c’è tra il tempio di Dio e gli idoli? Poiché voi siete il tempio del Dio vivente, come Dio disse: «Io abiterò in mezzo a loro, e camminerò fra loro; e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo».

Nuova Riveduta

2Corinzi 6:14-16 Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; infatti che rapporto c’è tra la giustizia e l’iniquità? O quale comunione tra la luce e le tenebre? E quale accordo fra Cristo e Beliar? O quale relazione c’è tra il fedele e l’infedele? E che armonia c’è fra il tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come disse Dio: «Abiterò e camminerò in mezzo a loro, sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo.

Riveduta (Luzzi)

2Corinzi 6:14-16 Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo.

i seguaci di Cristo? appena appena salvati

Possiamo noi seguaci di Cristo essere buoni e giusti come lo è il nostro Dio? possiamo noi essere pieni di compassione, pieni di verità, pieni di giustizia, pieni di amore, pieni di pazienza, pieni di fedeltà come Dio? NO! Non lo possiamo essere, noi siamo umani, abitiamo in un corpo corrotto, miserabile e mortale e siamo spiritualmente limitati anche se ci mettiamo la buona volontà anche se ci sforziamo non potremo mai essere simili a Dio, Egli è l’Altissimo solo Lui è Meraviglioso! Amen la parola di Dio non mente mai, dice che il giusto è appena appena salvato, non dice che è abbondantemente salvato.

Se noi seguaci di Cristo possiamo essere un pochettino buoni e un pochettino giusti davanti a Dio figuriamoci quelli che non sono seguaci di Cristo cosa possono essere davanti a Lui e cosa possono combinare nella vita.

I pagani e i settari ma anche gli atei nell’inganno dei loro cuori non riescono a rendersi conto della loro condizione spirituale, eppure loro fanno giudizi negativi verso i seguaci di Cristo quando loro stessi sono condannati da Dio se non si convertono dalle loro malvagità e dalle loro ingiustizie.

1Pietro 4:18 E «se il giusto è appena salvato, cosa avverrà dell’empio e del peccatore?».

se pecchiamo facciamo contenti i figli del maligno

Giovanni 9:31 Or noi sappiamo che Dio non esaudisce i peccatori, ma se uno è pio verso Dio e fa la sua volontà, egli lo esaudisce.

1Giovanni 3:22 e qualunque cosa chiediamo, la riceviamo da lui, perché osserviamo i suoi comandamenti e facciamo le cose che gli sono gradite.

Il Signore l’Eterno è un Dio Giusto, un Dio Benigno, un Dio Leale verso tutti, SE noi facciamo ciò che Gli piace e quindi osserviamo i suoi comandamenti Egli allora ci considera, ci ascolta perché facciamo il bene, mentre SE non facciamo ciò che Gli piace e quindi trasgrediamo i suoi comandamenti allora Egli non ci ascolta, non ci gradisce perché commettiamo il male.

Per avere il favore dell’Eterno noi dobbiamo fare la sua volontà e non quella del diavolo, quindi le nostre opere devono essere buone e non malvagie se vogliamo che Dio ci ascolti quando lo supplichiamo per un qualsiasi problema.

Il Signore l’Eterno non è un uomo e non fa parte del partito radicale, Egli è Benigno è vero, è un Dio Misericordioso ma ciò non significa che Lui sia un fesso o un bonaccione come se fosse un umano e non è neanche un Dio ingiusto.

Noi se commettiamo il male non possiamo essere aiutati da Dio, non possiamo beneficiare del suo favore o appoggio perché nel momento in cui commettiamo il male o il peccato ci allontaniamo dalla sua presenza, ci separiamo da Lui. (Isaia 59:1-2 Ecco, la mano dell’Eterno non è troppo corta per salvare, né il suo orecchio troppo duro per udire. Ma le vostre iniquità hanno prodotto una separazione fra voi e il vostro DIO, e i vostri peccati hanno fatto nascondere la sua faccia da voi, per non darvi ascolto.) se ci comportiamo male, se pecchiamo facciamo dispiacere a Dio e facciamo contenti i figli del maligno.

Pensate che Dio approvi o tolleri la fornicazione, l’adulterio, l’avarizia, l’egoismo, la carnalità etc. etc.?? Come dice la Sacra Bibbia? Matteo 3:8 Fate dunque frutti degni di ravvedimento!

Uno non può dire sono convertito a Cristo ed essere un fornicatore, un ubriacone, un adultero, un avaro, un avido di denaro, un superbo di cuore, un vanaglorioso o comportarsi male con gli altri.

Qualcuno pensa che sotto la grazia di Cristo possiamo peccare tanto Dio ci perdona sempre?  (Romani 6:15 Che dunque? Peccheremo noi, perché non siamo sotto la legge, ma sotto la grazia? Così non sia.)

Anche se abbiamo accettato Cristo come unico Salvatore e Redentore la nostra carne continua a desiderare sempre il peccato, nella nostra carne non abita alcun tipo di bene, (Romani 7:18 Infatti io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene, poiché ben si trova in me la volontà di fare il bene, ma io non trovo il modo di compierlo.) il fatto è che noi se siamo seguaci di Cristo non dovremmo sfogare i desideri della carne ma dovremmo fare prevalere lo Spirito sulla nostra carne. (Galati 5:16 Or io dico: Camminate secondo lo Spirito e non adempirete i desideri della carne,) (1Pietro 2:11 Carissimi, io vi esorto, come stranieri e pellegrini, ad astenervi dai desideri della carne che guerreggiano contro l’anima.)

Lo ripeto ogni volta che pecchiamo facciamo dispiacere a Dio e facciamo contenti il diavolo, i demoni e i figli del diavolo, questi malesseri si mettono a sghignazzare, a ridere a tutta forza e poi ci possono fare molto male.

È difficile non peccare più, non cadere più in qualche peccato, cerchiamo di essere il meno carnali possibile e il più spirituali possibile se vogliamo il bene delle nostre anime e quindi leggiamo la Sacra Bibbia ogni giorno, facciamo preghiera ogni giorno, ringraziamo Dio ogni giorno e lodiamo Dio ogni giorno.