Ebrei capitolo 10 versetto 31 (Repeat for remember)

La Sacra Bibbia Nuovo Testamento

C.E.I.

Ebrei 10:31 È terribile cadere nelle mani del Dio vivente!

Diodati

Ebrei 10:31 Egli è cosa spaventevole di cader nelle mani dell’Iddio vivente.

Nuova Diodati

Ebrei 10:31 È cosa spaventevole cadere nelle mani del Dio vivente.

Nuova Riveduta

Ebrei 10:31 È terribile cadere nelle mani del Dio vivente.

Riveduta (Luzzi)

Ebrei 10:31 È cosa spaventevole cadere nelle mani dell’Iddio vivente.

L’Eterno è un Dio perfettamente Giusto e perfettamente Benigno

Se Il Signore Iddio fosse come noi umani nel senso del giudizio penso che nessuno riuscirebbe a mettersi in salvo, Egli è Lento all’ira noi invece non siamo lenti all’ira, anzi siamo precipitosi nel condannare gli altri quando subiamo qualche torto, qualche offesa o cattiveria vorremmo che fossero annientati e andassero all’inferno immediatamente senza rimedio, il fatto è che noi siamo umani mentre Lui è Dio e nessuno può essere simile a Lui, non possiamo neanche minimamente raggiungere il suo pensiero.

Al Signore Iddio appartengono la giustizia e la misericordia questo significa che Egli sa molto bene chi deve condannare e chi invece deve perdonare, i suoi giudizi sono perfetti, è un Dio che difficilmente si stanca di perdonare, è lento all’ira, un Dio Meraviglioso ma anche un Dio Misterioso, la sua intelligenza e il suo potere sono inimmaginabili, incalcolabili.

Il Signore Iddio Eterno esorta le persone a non commettere il male anzi esorta le persone a fare il bene, anche se Lui è Sovrano non opprime nessuno cioè non costringe nessuno a fare qualcosa contro la propria volontà e quindi non viola la volontà di nessuno, non suggerisce e non consiglia mai a nessuno di fare il male e per questa ragione Egli non tenta nessuno al male, è un Dio perfettamente Giusto e perfettamente Benigno.

L’Iddio Eterno della Sacra Bibbia è un Dio Meraviglioso, Misterioso e Tremendo.

Ognuno ha il suo dio che rispecchia il suo cuore e la sua mentalità, se uno ha il cuore malvagio, pieno di cattiveria certamente il suo dio sarà un mostro come quello dei calvinisti e dei butindariani, se invece si ha Cristo nel cuore allora il suo Dio sarà proprio quello della Sacra Bibbia un Dio Benigno e Giusto verso TUTTI, verso l’intera umanità.

Giacomo 1:13 Nessuno, quando è tentato dica: «Io sono tentato da Dio», perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno.

Giobbe 37:23 L’Onnipotente noi non lo possiamo raggiungere. Egli è sublime in potenza, in rettitudine e nella sua grande giustizia; Egli non opprime alcuno.

Isaia 55:9 «Come i cieli sono più alti della terra, così le mie vie sono più alte delle vostre vie e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri.

Ezechiele 18:23 Provo forse piacere della morte dell’empio?», dice il Signore, l’Eterno, «e non piuttosto che egli si converta dalle sue vie e viva?

Ezechiele 18:32 Io infatti non provo alcun piacere nella morte di chi muore», dice il Signore, l’Eterno. «Convertitevi dunque e vivrete».

Esodo 34:6 E l’Eterno passò davanti a lui e gridò: «L’Eterno, l’Eterno Dio, misericordioso e pietoso, lento all’ira, ricco in benignità e fedeltà,

Il Signore Iddio Eterno è Dio e rimane Dio

Il Signore Iddio Onnipotente è BENIGNO, GIUSTO, SANTO, FEDELE, VERACE, VENDICATORE, MISERICORDIOSO, LENTO ALL’IRA AMEN, tutti i suoi giudizi sono giustizia e verità.

le persone che stanno dalla parte di Dio possono essere un pochettino buoni e un pochettino giusti non possono essere buoni e giusti come lo è Dio.

Invece il diavolo è maligno e bugiardo così sono fatti quelli che stanno dalla sua parte sono maligni e bugiardi.

Le persone dal loro comportamento, dalla loro condotta, dalle loro opere, dalle loro azioni si vede o si comprende da che parte stanno se dalla parte di Dio o dalla parte del maligno.

Molti sono abili con le chiacchiere e succede spesso che riescono a incantare gli altri, ma il Signore Iddio Eterno è Dio e rimane Dio.

Salmo 147:5 Grande è il nostro Signore, immensa è la sua potenza e infinita la sua intelligenza.

Come è Benigno e Giusto Dio nessuno lo può essere

Salmo 86:5 Poiché tu, o Signore Eterno, sei buono e pronto a perdonare, e usi grande benignità verso tutti quelli che t’invocano.

se il Signore Iddio non fosse così buono e misericordioso nessuno riuscirebbe a mettersi in salvo, come è buono e misericordioso Lui non lo può essere nessuno
neanche il migliore tra tutti i credenti della terra lo potrebbe essere, noi credenti possiamo essere un pochettino buoni davanti a Lui.

Chi non è forse d’accordo domando a lui a lei: sei tu forse buono o addirittura più buono di Dio? La Sacra Bibbia dice che nessuno è simile all’Eterno.

Il Signore Iddio è stato capace di perdonare un tipo come il re Manasse il quale aveva commesso cose così malvagie che nessun umano sarebbe riuscito a perdonare neanche il migliore tra i credenti.

La misericordia e la giustizia appartengono a Dio dice la Sacra Bibbia, se uno si pente e abbandona la via del male Iddio è pronto a perdonare ed infatti per beneficiare della misericordia di Dio occorre il ravvedimento cioè pentirsi sinceramente del male e dei peccati e avere dei buoni propositi davanti a Dio.

Il Signore Iddio difficilmente si stanca di perdonare Egli è lento all’ira e di grande benignità, per andare in perdizione ci vuole proprio una insistenza nella malvagità e nei peccati, Egli è un Dio intelligente, la sua intelligenza è incalcolabile sa molto bene quando deve esercitare la misericordia e quando invece deve esercitare la sua giustizia.

è vero che Dio permette a volte cose orribili nel mondo ma noi non possiamo sapere tutto di Dio, noi conosciamo in parte abbiamo una mente limitata e per questa ragione abbiamo bisogno della fede in Lui, senza la fede non possiamo credere neanche nella Sacra Bibbia.

È giusto aggiungere che è una idea molto sbagliata e stupida fare i furbi con Dio cioè pensare di fare il male tanto Dio perdona sempre, questi pensieri dovreste evitare di fare, Il Signore Iddio è benigno il che non significa che Lui sia un Dio sciocco, Egli non è un uomo che si possa fare beffe di Lui quindi chi vive nei peccati e nella malvagità farebbe bene a ravvedersi prima che sia troppo tardi.

come è il tuo dio?

Ognuno si immagina il proprio dio, i disonesti si immaginano un dio che giustifica le loro opere malvagie, dicono che fanno del male agli altri per una giusta causa, i ribelli si immaginano un dio che li perdona sempre, i sognatori si immaginano un dio che ama tutti anche i famigerati cattivi e quindi non si capisce come mai tante anime vanno all’inferno, i settari si immaginano un dio che non ha voluto dare speranza di salvezza a una parte di umanità.

La Sacra Bibbia dice Dio Giusto, Amore, Benigno, Misericordioso, Santo, Fedele, Verace, Vendicatore, Onnipotente e Onnisciente.

Nahum 1:2 L’Eterno è un Dio geloso e vendicatore; l’Eterno è vendicatore e pieno di furore. L’Eterno si vendica dei suoi avversari e conserva l’ira per i suoi nemici.

2Cronache 19:7 Perciò ora il timore dell’Eterno sia su di voi. Fate attenzione a ciò che fate, perché nell’Eterno, il nostro DIO, non c’è alcuna ingiustizia, né parzialità, né accettazione di doni».

Geremia 2:19 La tua stessa malvagità ti castigherà e i tuoi sviamenti ti puniranno. Riconosci perciò e vedi quanto cattivo e amaro sia per te l’abbandonare l’Eterno, il tuo DIO, e il non avere in te alcun timore di me», dice il Signore, l’Eterno degli eserciti.

Isaia 8:13 L’Eterno degli eserciti, lui dovete santificare. Sia lui il vostro timore, sia lui il vostro spavento».

Salmo 7:11 DIO è un giusto giudice e un Dio che si adira ogni giorno contro i malfattori.

1Giovanni 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.

Giovanni 3:36 Chi crede nel Figlio ha vita eterna, ma chi non ubbidisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio dimora su di lui».

Nuova Diodati

Dio giudica individualmente ogni persona secondo le sue azioni

Ezechiele 18:1 La parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: 2 «Cosa intendete dire quando usate questo proverbio circa il paese d’Israele dicendo: “I padri hanno mangiato l’uva acerba e i denti dei figli si sono allegati”? 3 Com’è vero che io vivo», dice il Signore, l’Eterno, «non userete più questo proverbio in Israele. 4 Ecco, tutte le anime sono mie; tanto l’anima del padre come l’anima del figlio sono mie. L’anima che pecca morirà. 5 Se uno è giusto e pratica l’equità e la giustizia, 6 se non mangia sui monti e non alza gli occhi agli idoli della casa d’Israele, se non contamina la moglie del suo vicino e non si accosta a donna mentre è impura, 7 se non opprime nessuno, se restituisce il suo pegno al debitore, se non compie alcuna rapina, se dà il suo pane all’affamato e copre di vesti l’ignudo, 8 se non presta a interesse e non dà ad usura, se ritrae la sua mano dall’iniquità e giudica secondo equità fra uomo e uomo, 9 se cammina nei miei statuti e osserva i miei decreti agendo con fedeltà, questi è giusto e certamente vivrà», dice il Signore, l’Eterno. 10 «Ma se ha generato un figlio violento, che spande il sangue e fa a suo fratello qualcuna di queste cose 11 (mentre il padre non ha commesso nessuna di queste cose), e mangia sui monti e contamina la moglie del suo vicino, 12 opprime il povero e il bisognoso, compie rapine, non restituisce il pegno, alza gli occhi agli idoli, commette abominazioni, 13 presta a interesse e dà ad usura, vivrà forse costui? Egli non vivrà. Poiché ha commesso tutte queste abominazioni certamente morrà; il suo sangue ricadrà su lui. 14 Ma se costui genera un figlio che, vedendo tutti i peccati commessi dal padre, se ne rende conto ma non li commette, 15 non mangia sui monti, non alza gli occhi agli idoli della casa d’Israele, non contamina la moglie del suo vicino, 16 non opprime alcuno, non prende pegni, non compie rapine, ma dà il suo pane all’affamato, copre di vesti l’ignudo, 17 trattiene la sua mano dall’opprimere il povero, non prende interesse né usura, osserva i miei decreti e cammina nei miei statuti, costui non morirà per l’iniquità del padre; egli certamente vivrà. 18 Suo padre invece, poiché ha oppresso e ha compiuto rapine a danno del fratello e ha fatto ciò che non è bene in mezzo al suo popolo, ecco egli morirà per la sua iniquità. 19 Tuttavia voi dite: “Perché il figlio non porta l’iniquità del padre?”. Poiché il figlio pratica l’equità e la giustizia, osserva tutti i miei statuti e li mette in pratica, certamente egli vivrà. 20 L’anima che pecca morirà, il figlio non porterà l’iniquità del padre e il padre non porterà l’iniquità del figlio; la giustizia del giusto sarà su di lui, l’empietà dell’empio sarà su di lui. 21 Se però l’empio si allontana da tutti i peccati che commetteva, se osserva tutti i miei statuti e pratica l’equità e la giustizia, egli certamente vivrà; non morirà. 22 Nessuna delle trasgressioni che ha commesso sarà più ricordata contro di lui; egli vivrà per la giustizia che pratica. 23 Provo forse piacere della morte dell’empio?», dice il Signore, l’Eterno, «e non piuttosto che egli si converta dalle sue vie e viva? 24 Ma se il giusto si allontana dalla sua giustizia e commette l’iniquità e imita tutte le abominazioni che l’empio fa, vivrà forse costui? Tutta la giustizia che ha compiuto non sarà più ricordata; per la trasgressione che ha compiuto e per il peccato che ha commesso, egli morirà a causa di essi. 25 Tuttavia voi dite: “La via del Signore non è giusta”. Ascoltate ora, o casa d’Israele: è proprio la mia via che non è giusta, o sono piuttosto le vostre vie che non sono giuste? 26 Se il giusto si allontana dalla sua giustizia e commette l’iniquità, e a causa di questo muore, muore per l’iniquità che ha commesso. 27 Se invece l’empio si allontana dall’empietà che commetteva e pratica l’equità e la giustizia, egli salverà la sua anima. 28 Poiché ha considerato di allontanarsi da tutte le trasgressioni che commetteva, certamente vivrà; non morirà. 29 Tuttavia la casa d’Israele dice: “La via del Signore non è giusta”. Sono proprio le mie vie che non sono giuste, o casa d’Israele, o sono piuttosto le vostre vie che non sono giuste? 30 Perciò giudicherò ciascuno di voi secondo le sue vie, o casa d’Israele», dice il Signore, l’Eterno. «Ravvedetevi e abbandonate tutte le vostre trasgressioni, così l’iniquità non vi sarà più causa di rovina. 31 Gettate lontano da voi tutte le vostre trasgressioni che avete commesso e fatevi un cuor nuovo e uno spirito nuovo. Perché mai vorreste morire, o casa d’Israele? 32 Io infatti non provo alcun piacere nella morte di chi muore», dice il Signore, l’Eterno. «Convertitevi dunque e vivrete».

Apocalisse 19:11 Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco, e colui che lo cavalcava si chiama il Fedele e il Verace; ed egli giudica e guerreggia con giustizia.

Il Signore Iddio è Leale verso tutti

Il Signore Iddio Eterno consente la possibilità alle persone anche più spregevoli e cattive di fare pace con Lui, lascia la possibilità di essere perdonati, ed il Signore Iddio è uno che non si stanca facilmente di perdonare perché Egli è BENIGNO e lento all’ira dice la Sacra Bibbia, è un Dio che prova piacere nel perdonare.

Se Dio fosse come un umano cioè se avesse gli stessi sentimenti umani allora nessuno avrebbe speranza di salvarsi, ma Egli è Dio e i suoi pensieri e le sue vie sono ben diversi dai pensieri e dalle vie degli umani.

Quando si ha a che fare con i cattivi e le cattive è sempre un grande problema, loro ti odiano e desiderano farti molto male o metterti in seria difficoltà per farti soffrire anche se tu a loro non gli hai fatto alcun male, la cattiveria è una brutta cosa è il male che è dentro certe persone e la cattiveria non ha un limite e non segue nessuna logica, i cattivi e le cattive creano sofferenza e morte.

Infatti la cattiveria di molti umani non ha limiti, commettono cose orribili; necrofilia, cannibalismo, omicidi, torture, oppressioni, prepotenze, prevaricazione, piani malvagi, uccidono, fanno morire e altre abominazioni e da queste cose orribili e molto cattive che commettono certi umani non sono risparmiati neanche i bambini che sono innocenti davanti agli occhi di Dio e quindi Dio anche se lento all’ira non dovrebbe essere molto arrabbiato per tutti questi mali che si commettono nel mondo a opera degli umani?

Salmo 7:11 DIO è un giusto giudice e un Dio che si adira ogni giorno contro i malfattori.

Egli è Onnisciente e questo vuole dire che conosce l’inizio e la fine dell’umanità ancora prima che fosse stata creata ed abitasse la terra.

Il Signore Iddio avrebbe voluto salvare tutti ma non può negare se stesso la sua giustizia così come la sua misericordia non possono venir meno e quindi chi si converte a Lui viene salvato ma chi non si converte a Lui va in perdizione.

Sono gli stessi umani che si giocano la salvezza insistendo nella malvagità e nei peccati, la cattiveria è una cosa abominevole davanti a Dio, se uno non la abbandona e non si lascia cambiare da Lui ma respinge ogni esortazione di Dio allora non ci può essere nessun tipo di perdono perché come detto prima l’Iddio è anche Giusto oltre ad essere Benigno.

Isaia 55:7 Lasci l’empio la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri, e ritorni all’Eterno che avrà compassione di lui, e al nostro DIO che perdona largamente.

Ezechiele 18:32 Io infatti non provo alcun piacere nella morte di chi muore», dice il Signore, l’Eterno. «Convertitevi dunque e vivrete».

Ezechiele 18:23 Provo forse piacere della morte dell’empio?», dice il Signore, l’Eterno, «e non piuttosto che egli si converta dalle sue vie e viva?

Ezechiele 33:11 Di’ loro: Com’è vero che io vivo», dice il Signore, l’Eterno, «io non mi compiaccio della morte dell’empio, ma che l’empio si converta dalla sua via e viva; convertitevi, convertitevi dalle vostre vie malvagie. Perché mai dovreste morire, o casa d’Israele?

Nehemia 9:17 Si rifiutarono di ubbidire e non si ricordarono delle meraviglie che tu avevi compiuto in mezzo a loro; indurirono invece la loro cervice e nella loro ribellione si scelsero un capo per tornare alla loro schiavitù. Ma tu sei un Dio pronto a perdonare, misericordioso, pieno di compassione, lento all’ira e di grande benignità. Tu non li hai abbandonati,

Salmo 86:5 Poiché tu, o Signore, sei buono e pronto a perdonare, e usi grande benignità verso tutti quelli che t’invocano.

Michea 7:18 Qual Dio è come te, che perdona l’iniquità e passa sopra la trasgressione del residuo della sua eredità? Egli non conserva per sempre la sua ira, perché prende piacere nell’usare misericordia.

la legge del Signore l’Eterno è perfetta

Isaia 55:7-8 Lasci l’empio la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri, e ritorni all’Eterno che avrà compassione di lui, e al nostro DIO che perdona largamente. «Poiché i miei pensieri non sono i vostri pensieri né le vostre vie sono le mie vie», dice l’Eterno.

Ezechiele 18:23 Provo forse piacere della morte dell’empio?», dice il Signore, l’Eterno, «e non piuttosto che egli si converta dalle sue vie e viva?

Ezechiele 18:32 Io infatti non provo alcun piacere nella morte di chi muore», dice il Signore, l’Eterno. «Convertitevi dunque e vivrete».

Ezechiele 33:11 Di’ loro: Com’è vero che io vivo», dice il Signore, l’Eterno, «io non mi compiaccio della morte dell’empio, ma che l’empio si converta dalla sua via e viva; convertitevi, convertitevi dalle vostre vie malvagie. Perché mai dovreste morire, o casa d’Israele?

Michea 7:18 Qual Dio è come te, che perdona l’iniquità e passa sopra la trasgressione del residuo della sua eredità? Egli non conserva per sempre la sua ira, perché prende piacere nell’usare misericordia.

Il Signore l’Eterno è un Dio Leale, Giusto, Misericordioso, Benigno, Santo, questo significa che Egli concede l’opportunità agli umani di fare pace con Lui e di essere perdonati attraverso il ravvedimento, attraverso un sincero pentimento.

Purtroppo i malvagi e le malvagie non hanno questa attitudine che ha Dio, non concedono agli altri di rimediare i propri sbagli, i propri peccati, vogliono condannare gli altri quando loro stessi sono pieni di peccati e di malvagità e sono condannati da Dio.

Hanno la follia e la malvagità nei loro cuori magari lasciano impunito qualche omicida e tengono in prigione qualche ladro di galline.

Quando uno si pente deve avere l’opportunità di rimediare di essere graziato, se qualcuno non vuole perdonare i peccati degli altri non sarà perdonato da Dio.

Naturalmente quando si parla di perdonare qualcuno quel qualcuno deve dimostrare di essersi convertito veramente a Cristo.

Uccidere o fare morire è un Diritto che ha soltanto il Signore l’Eterno, se un umano uccide o fa morire qualcuno oppure lo danneggia allora infrange la legge di Dio che è basata sulla giustizia e sulla misericordia ed è veramente uguale per tutti, poiché la legge di Dio è perfetta.

il Signore l’Eterno non è come un uomo o una donna Egli conosce bene la natura umana, sa quando deve perdonare e sa quando deve condannare qualcuno Egli è un Dio perfettamente Leale verso tutti.

Luca 6:37 Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato.

Se un umano è crudele, è spietato, è sadico pensa che possa essere benedetto o benedetta da Dio ? Il Signore l’Eterno è sempre un Dio Leale verso tutti, fare del male agli altri non è mai una cosa vantaggiosa, una cosa buona per la propria anima.

I malvagi le malvagie quando si trovano alla strette vorrebbero essere perdonati da Dio quando loro stessi non hanno avuto alcuna pietà degli altri, non hanno dato alcuna possibilità di rimediare, ma hanno perseguitato fino a fare morire e Dio osserva attentamente per poi ripagare con la sua mano.

Salmo 109:15-16 Siano i loro peccati sempre davanti all’Eterno, affinché egli faccia sparire dalla terra il loro ricordo. Poiché egli non si è ricordato di usare misericordia, ma ha perseguitato il povero, il bisognoso e chi aveva il cuore rotto, fino a farli morire.