anche il più fetente…però…

Il Signore è Buono, è Misericordioso chi lo può mettere in dubbio questa cosa, tuttavia le persone devono ravvedersi, devono convertirsi dalla loro malvagità, dalla loro ingiustizia se vogliono essere perdonati, se vogliono che i loro peccati siano cancellati ed essere salvati.

Esiste la misericordia di Dio questo è verità, il fatto è che per beneficiare della benedetta misericordia di Dio le persone devono ravvedersi cioè smettere di fare il male e incominciare a fare il bene, a praticare la giustizia e non più l’ingiustizia.

La Sacra Bibbia dice ai malvagi o ai peccatori ravvedetevi, convertitevi dalle vie malvagie, non dice rimanete pure nei vostri peccati e nella vostra malvagità tanto sarete salvati lo stesso.

Il perdono di Dio impone una condizione che il peccatore o il malvagio giunga ad un sincero pentimento e si converta dalla sua malvagità.

Il Signore Iddio attraverso la Bibbia dice molte volte, non poche volte ma molte volte convertitevi, convertitevi, ravvedetevi, accettate Cristo nei vostri cuori, smettetela di commettere il male iniziate a fare il bene.

Il Signore Iddio della Bibbia non è il dio dei musulmani, e nemmeno quello dei satanisti, il Signore Iddio dice fate il bene e non il male, anche il più fetente della terra può essere perdonato da Dio, però il fetente deve ravvedersi e non essere più fetente se vuole che la sua anima sia salvata, mentre se il fetente rimane fetente, non vuole sapere di cambiare, di ravvedersi, di convertirsi a Cristo allora il fetente andrà in perdizione perché Dio è Giusto.

FETENTE SINONIMO E CONTRARIO

A agg.

1 ▶ fetido (sign. 1).

2 SPREG

[moralmente indegno: un collega davvero f.]

SIN  abietto, disgustoso, ignobile, immondo, indegno, infame, infimo, meschino, miserabile, ripugnante, schifoso, spregevole, turpe, vergognoso, vile. SPREG fetido. ELEV laido.

CONTR  degno, dignitoso, nobile, pregevole.

B s.m. e f. SPREG

[persona capace di azioni perfide e sleali]

SIN  canaglia, criminale, delinquente, disgraziato, farabutto, furfante, infame, mascalzone. POP eufem. figlio di buona donna. SPREG carogna. VOLG bastardo, figlio di puttana, figlio d’un cane, merda, pezzo di merda, stronzo. ELEV lestofante. REGION centr. puzzone.

CONTR  buonuomo, galantuomo, onesto, onest’uomo.

Marco 1:15 e dicendo: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Ravvedetevi e credete all’evangelo».

il rinnovamento spirituale

Il Signore Iddio è un Dio Giusto e Benigno, chi commette il male paga le conseguenze e se vuole essere perdonato deve convertirsi a Cristo e quando la Bibbia dice che ci si deve convertire a Cristo intende dire che uno deve cambiare condotta, deve incominciare ad avere una buona condotta, un comportamento cristiano se non si vedono cambiamenti in positivo allora non c’è nessuna concreta conversione solo chiacchiere e Dio delle chiacchiere non sa cosa farsene.

La conversione a Cristo implica un cambiamento totale di pensiero e quindi di condotta, si inizia a praticare la giustizia, la conversione a Cristo è concreta quando uno ha fatto entrare Cristo nel proprio cuore.

Se uno non è sincero con Dio allora perde solo il suo tempo, Iddio non può salvare i malvagi anche se i malvagi pensano o dicono di essere buoni e convertiti a Cristo.

Il Signore Iddio giudica le persone in base al loro comportamento, in base alla loro condotta, in base alle loro opere, in base al tipo di sentimento che hanno nei loro cuori.

Se le persone hanno sentimenti malvagi non potranno scampare il fuoco eterno solo perché magari si riempiono la bocca del nome di Gesù.

Il Signore Iddio guarda i cuori e se i cuori sono malvagi e non si arrendono mai a Cristo allora per loro non c’è niente da fare solo la perdizione.

Sarebbe meglio per le vostre anime realizzare l’idea che nel regno dei cieli non possono entrare i malvagi, il Signore Iddio è certamente pieno di compassione non vuole il male delle anime ma le anime per essere salvate necessitano della conversione a Cristo, questo vuole dire che se uno vuole beneficiare della misericordia di Dio deve arrendersi a Cristo, deve sottomettersi alla parola di Dio cioè la Sacra Bibbia e per sottomettersi alla parola di Dio le persone hanno bisogno di  incominciare a conoscere o comprendere le sacre scritture e per comprendere le sacre scritture come detto prima ci si deve arrendere a Cristo.

Iddio non vuole il male delle anime e per questa ragione ha inviato Cristo sulla terra, per questa ragione esorta tutti al ravvedimento, il fatto è che per beneficiare della grazia di Dio le persone devono accettare Cristo e non rigettarlo o respingerlo.

Le persone una volta che hanno accettato Cristo sono rigenerate mentalmente o spiritualmente, iniziano a provare piacere nel praticare la giustizia e non più l’ingiustizia.

Uno non può pensare di ingannare Dio come lo potrebbe fare con le persone, se lo fa è una persona stolta, Iddio non si lascia incantare dalle belle e dolci chiacchiere, Egli vuole la sincerità, vuole che le persone si arrendano veramente a Cristo.

Quando uno è convertito a Cristo si vedono le virtù cristiane, si vede il cambiamento in positivo, le virtù cristiane sono: amore, giustizia, fede, mansuetudine, discernimento, pazienza, e timore di Dio. se uno dice di essere credente ma non ha queste virtù cristiane allora deve rivalutare la sua condizione davanti a Dio.

Se qualcuno dice non possiamo essere perfetti per giustificare la sua ingiustizia o malvagità o carnalità non fa altro che illudere se stesso, è vero che non possiamo essere perfetti come Cristo ma le virtù cristiane devono essere presenti, si devono vedere, se non ci sono allora non c’è stata una concreta conversione a Cristo, oppure ci si sta sviando o corrompendo, poiché queste virtù sono date dallo Spirito Santo di Dio a chiunque si converte a Cristo.

il rinnovamento spirituale avviene quando uno una si converte a Cristo, se non c’è un cambiamento allora non c’è stato nessun veritiero o sincero ravvedimento o conversione.

1Pietro 1:23 perché siete stati rigenerati non da un seme corruttibile, ma incorruttibile, per mezzo della parola di Dio vivente e che dura in eterno.

Tito 3:5 egli ci ha salvati non per mezzo di opere giuste che noi avessimo fatto, ma secondo la sua misericordia, mediante il lavacro della rigenerazione e il rinnovamento dello Spirito Santo,

Efesini 4:21-23 se pure gli avete dato ascolto e siete stati ammaestrati in lui secondo la verità che è in Gesù, per spogliarvi, per quanto riguarda la condotta di prima, dell’uomo vecchio che si corrompe per mezzo delle concupiscenze della seduzione, per essere rinnovati nello spirito della vostra mente

Romani 12:2 E non vi conformate a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la buona, accettevole e perfetta volontà di Dio.

buone feste buon natale e felice anno nuovo

Buone feste, buon natale e buon anno nuovo o felice anno nuovo questi sono gli auguri che si danno miliardi di persone tra cui anche moltissimi cosiddetti credenti evangelici (capre che calpestano il buon pascolo di Dio).

Gli auguri non servono a niente perché l’uomo non ha il potere di fare evitare sciagure o malattie o altro male solo Cristo ha il potere sulla morte e sull’Ades, e poi dare gli auguri è una tradizione pagana non ha niente a che vedere con il cristianesimo ma con la superstizione, con la stregoneria e con la magia.

Solo la Nuova Diodati e la Nuova Riveduta hanno tolto o evitato di mettere il termine augure mentre le altre versioni sono stati diciamo così più attenti nella trascrizione dagli antichi manoscritti biblici ma questo non significa che queste due versioni sono da ignorare attenzione.

Naturalmente le capre che stanno in mezzo al popolo di Dio prendono dalla Bibbia ciò che più gradiscono e rigettano quello che non piace o non fa comodo a loro oltre a pervertire molti versetti biblici a loro propria perdizione.

Questa di non dare gli auguri perché non serve a niente e fa parte della superstizione presente nel paganesimo e nella stregoneria è una piccola cosa che chiede la parola di Dio, figuriamoci le cose grandi se sono capaci di mettere in pratica le capre.

Il Signore Iddio è intelligente sapete, e sa molto bene che se uno non è capace di essere fedele a Dio nelle piccole cose, nei piccoli comandamenti figuriamoci se può essere fedele nelle grandi cose, nei grandi comandamenti.

Le capre si fanno pasturare dai ministri di satana e quindi non attingono da Cristo, mentre le pecore cioè il popolo di Dio attinge da Cristo il Maestro, il Buon Pastore.

se vogliamo piacere a Dio e riuscire a fare la volontà di Dio e ad avere una buona condotta cristiana allora iniziamo a mettere in pratica le piccole cose che ci chiede di fare Dio e non essere ribelli e poi saremo anche in grado di mettere in pratica anche le cose grandi che ci chiede di fare la parola di Dio.

Noi seguaci di Cristo speriamo nella parola di Dio, in quello che Dio ci dice o ci ha detto e non nella parola degli uomini.

C.E.I.

Deuteronomio 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi immola, facendoli passare per il fuoco, il suo figlio o la sua figlia, né chi esercita la divinazione o il sortilegio o l’augurio o la magia;

Diodati

Deuteronomio 18:10 Non trovisi fra te chi faccia passare il suo figliuolo o la sua figliuola per lo fuoco; nè indovino, nè pronosticatore, nè augure, nè malioso;

Nuova Diodati

Deuteronomio 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi faccia passare il proprio figlio o la propria figlia per il fuoco, né chi pratichi la divinazione, né indovino, né chi interpreta presagi, né chi pratica la magia,

Nuova Riveduta

Deuteronomio 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi fa passare suo figlio o sua figlia per il fuoco, né chi esercita la divinazione, né astrologo, né chi predice il futuro, né mago,

Riveduta (Luzzi)

Deuteronomio 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi faccia passare il suo figliuolo o la sua figliuola per il fuoco, né chi eserciti la divinazione, né pronosticatore, né augure, né mago,

 

C.E.I.

Luca 16:10 Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto.

Diodati

Luca 16:10 Chi è leale nel poco, è anche leale nell’assai; e chi è ingiusto nel poco, è anche ingiusto nell’assai.

Nuova Diodati

Luca 16:10 Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è ingiusto nel poco, è ingiusto anche nel molto.

Nuova Riveduta

Luca 16:10 Chi è fedele nelle cose minime, è fedele anche nelle grandi; e chi è ingiusto nelle cose minime, è ingiusto anche nelle grandi.

Riveduta (Luzzi)

Luca 16:10 Chi è fedele nelle cose minime, è pur fedele nelle grandi; e chi è ingiusto nelle cose minime, è pure ingiusto nelle grandi.

qualcuno vuole beneficiare della misericordia di Dio?

Il Signore Iddio è pieno di compassione e benignità, non si può negare, ma neanche si può negare che Egli è Giusto e che chiunque si schiera dalla parte del diavolo farà una brutta fine, andrà a trascorrere l’eternità nel fuoco eterno della Geenna.

Lo ripeto ancora una volta chi vuole beneficiare della misericordia di Dio, chi vuole essere amato da Dio e scampare il fuoco eterno deve convertirsi a Cristo, al Cristo delle sacre scritture, il Nazareno, il Cristo di Dio, l’unico Salvatore, l’Iddio Vivente e non al cristo della chiesa cattolica o di qualunque altra religione e setta.

Ezechiele 18:27 Se invece l’empio si allontana dall’empietà che commetteva e pratica l’equità e la giustizia, egli salverà la sua anima.

Marco 1:15 e dicendo: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Ravvedetevi e credete all’evangelo».

Quando si dice che ci si deve convertire a Cristo si deve cambiare, si deve accogliere Cristo nel proprio cuore, ci si deve pentire davanti a Dio e poi davanti agli uomini, si deve essere sinceri con Dio, si deve desiderare la salvezza o la vita eterna, non deve essere una conversione fasulla o a chiacchiere come stanno facendo alcuni che dicono di essersi convertiti ma stanno ancora sulla via che porta alla perdizione, dicono di essersi convertiti ma continuano a fare le cose che hanno sempre fatto, continuano a vivere nei peccati e nell’ingiustizia.

La Sacra Bibbia deve essere l’interesse principale di una persona convertita a Cristo e poi vengono le altre cose.

Si devono abbandonare i peccati, la pornografia, la fornicazione, la disonestà etc. etc. uno non può dire mi sono convertito però continuo ad essere un fornicatore e vedo pornografia, è ridicolo questa cosa, se uno si converte non deve vivere nei peccati ma deve abbandonarli altrimenti inganna se stesso.

se capita di peccare involontariamente e quindi raramente o difficilmente deve chiedere perdono a Dio ma non che uno deve perseverare nei peccati altrimenti che razza di conversione sarebbe.

Ezechiele 18:30 Perciò giudicherò ciascuno di voi secondo le sue vie, o casa d’Israele», dice il Signore, l’Eterno. «Ravvedetevi e abbandonate tutte le vostre trasgressioni, così l’iniquità non vi sarà più causa di rovina.

Ezechiele 18:31 Gettate lontano da voi tutte le vostre trasgressioni che avete commesso e fatevi un cuor nuovo e uno spirito nuovo. Perché mai vorreste morire, o casa d’Israele?

Si deve praticare la giustizia e non l’ingiustizia se uno non si arrende a Cristo e non pratica la giustizia è un figlio del diavolo dicono le sacre scritture e i figli del diavolo vanno nel fuoco eterno anche se Dio è pieno di amore e compassione.

La misericordia, l’amore, la benignità di Dio si possono beneficiare se uno si converte a Cristo e inizia a praticare la santificazione e la giustizia non esiste altro modo per beneficiare o usufruire dell’amore di Dio.

1Giovanni 3:10 Da questo si riconoscono i figli di Dio e i figli del diavolo: chiunque non pratica la giustizia non è da Dio, e neppure lo è chi non ama il proprio fratello.

Qualcuno vuole beneficiare della misericordia di Dio? allora si converta a Cristo, abbandoni le opere malvagie e inizia a praticare le opere buone.

quando uno si converte a Cristo, deve abbandonare la religione qualunque essa sia, deve accettare Cristo, il Vangelo di Cristo, deve ritenere la Sacra Bibbia unica fonte di verità e deve attingere dalla parola di Dio cioè dalla Sacra Bibbia, deve lasciare perdere le organizzazioni religiose e settarie, deve convertirsi a Cristo e non ad una religione o ad una setta, chi è cattolico, o buddista, o musulmano, o geovista, o altro ancora deve lasciare quella organizzazione umana, deve desiderare Cristo come unico Salvatore della sua anima, deve credere solo nella Sacra Bibbia, deve conoscere le sacre scritture cioè la verità di Dio, la religione o la setta non può cambiare una persona invece Cristo si.

un cuore buono è soltanto un cuore convertito a Cristo

Un cuore buono è soltanto un cuore convertito a Cristo, un cuore rigenerato dal sangue di Gesù Cristo il Vivente Colui che ha potere sulla morte e sull’Ades, un cuore arreso Lui. (Ezechiele 36:26) (1Pietro 1:23)

Il cuore umano è pieno di malvagità e follia e lo è già dalla giovanissima età dice La Parola di Dio (Ecclesiaste 9:3) (Genesi 8:21)

Le persone hanno bisogno di accettare Cristo, di convertirsi a Lui, hanno bisogno di cambiare e possono cambiare solo mediante il Cristo delle sacre scritture, il Cristo che siede alla destra di Dio, mentre il cristo delle religioni e delle sette non riesce a cambiare un bel niente perché è un falso cristo, un cristo favoloso. (Efesini 4:23)

Quando si dice conversione deve essere una conversione pratica, se è una conversione a chiacchiere come tanti evangelici nominali allora non ricevono niente da parte di Dio non hanno nessun tipo di cambiamento di carattere e di condotta, forse si riempiono soltanto la bocca di alleluia ma come erano così sono rimasti.

Ci sono tanti che si etichettano evangelici di questi tempi che quando si ha a che fare un po’ di più e li si conosce meglio allora tutto sembrano al di fuori di essere cristiani.

Il Signore l’Eterno è Dio e non c’è speranza di poterlo incantare con delle belle paroline o delle abili chiacchiere come si può fare con le persone, Iddio conosce i cuori e le menti di tutti e quindi non è possibile nascondergli qualcosa.

Se i cuori si arrendono a Cristo deve esserci un cambiamento positivo nelle persone se invece i cuori non si arrendono a Lui allora tutti gli alleluia che gli evangelici nominali possono dire non serviranno per avere salve le loro anime. (Matteo 7:21) se uno\a non pratica la giustizia o la dirittura non può essere un figlio una figlia di Dio ma è considerato\a figlio\a del diavolo (1Giovanni 3:10)

interpretation

Purtroppo molte scritture della Bibbia permettono di essere interpretate come pare e piace e questo è molto spiacevole, se tutta la Bibbia fosse stata più semplice nessuno avrebbe avuto modo di mistificarla.

Non sto dicendo che Dio avrebbe fatto meglio diversamente, Dio è Dio, me sono un misero e mortale umano, Dio avrà avuto le sue buone ragioni per rendere molte scritture difficili e interpretabili, il fatto è che la Sacra Bibbia è la parola di Dio e la si può realizzare almeno un pochettino con l’aiuto di Dio.

Che ci siano alcune o molte scritture da interpretare non sto dicendo una fesseria, è la verità per questa ragione esistono tante dottrine diverse e false o tante teorie, Dio permette queste cose ma penso che sia un intoppo per chi le diffonde e anche le accetta.

Avere una conoscenza basilare o standard o di default delle sacre scritture è più che importante per uno\a che si dice di essere cristiano\a ma ciò può avvenire solo con l’aiuto di Dio, chiedere sempre a Dio di rivelarci o di farci intendere la sua parola, nessuno è capace di fare capire la Sacra Bibbia come lo può fare il Signore Gesù Cristo il Maestro per eccellenza, il Buon Pastore, il Vivente.

Innanzitutto si deve essere sinceri con Dio e si deve desiderare se no si perde il tempo, infatti alcuni come i teologi magari sanno la Bibbia a memoria ma non la capiscono.

È necessario chiedere a Dio, desiderare con il cuore di capire la sua parola però si devono avere anche dei buoni propositi davanti a Lui, ci si deve convertire, ci si deve arrendere a Lui, soltanto in questo modo si potrà ricevere da Dio, se si fa i furbi o non si è sinceri con Lui non possono esserci speranze.

Giacomo 1:5 Ma se qualcuno di voi manca di sapienza, la chieda a Dio che dona a tutti liberamente senza rimproverare, e gli sarà data.

se ti converti se non ti converti

Riposare tra le braccia del Signore Gesù Cristo è un privilegio che tutti avranno avuto basta volerlo, è sufficiente desiderarlo.

La Sacra Bibbia parla anche del re Manasse che per un periodo di tempo fu spietato, fu un uomo spregevole ma poi si convertì o ritornò a Dio e Dio lo perdonò.

Il re Manasse commise cose abominevoli e atroci che nessun essere umano sarebbe capace di perdonare, nemmeno il più buono sulla faccia della terra, ma la Sacra Bibbia dice che il perdono e la giustizia appartengono a Dio, se uno si pente ed è sincero con Dio allora Dio è pronto a perdonare perché è pieno di Benignità e Giustizia.

Se Dio avesse le stesse caratteristiche degli umani neanche un anima riuscirebbe a salvarsi dal fuoco eterno, Egli è pieno di compassione e pieno di giustizia.

Il Signore Iddio dice a tutti di convertirsi dai peccati Egli ha indicato a tutti la via che porta alla salvezza spetta all’uomo quale decisione prendere, Iddio non obbliga mai nessuno Egli è un Dio perfettamente Giusto cioè Leale.

È molto difficile che l’uomo si converta a Cristo, la natura umana è quella che è, Adamo con il suo peccato ha infettato l’intera umanità e perciò il cuore dell’uomo è diventato duro e insensibile ma credo che la sua coscienza gli permetta di riflettere e prendere delle decisioni.

Nessuno è impedito o impossibilitato di convertirsi a Cristo anche se le persone sono cattive possono decidere di cambiare se lo vogliono.

Occorre il desiderio di cambiare, di conoscere la Parola di Dio, è necessario arrendersi a Cristo, Iddio ha inviato Cristo sulla terra per tutti affinché tutti avessero la possibilità di convertirsi a Lui e quindi tutti sono inescusabili davanti a Dio.

Se le persone non si convertono e non si arrendono a Cristo andranno in perdizione cioè nel fuoco eterno della Geenna, Il Signore Iddio non può venire meno alla sua parola Egli dice SE ti converti sarai salvato SE non ti converti andrai in perdizione.

Se le persone provano piacere nella malvagità e nella menzogna, nella cattiveria e nell’ingiustizia, se induriscono i loro cuori e non giungono mai al ravvedimento allora  non possono essere perdonati da Dio ma condannati.

Il Signore Iddio è vero che è pieno di compassione ma per beneficare del suo amore le persone devono decidersi di convertirsi a Lui altrimenti non possono beneficiare.

Si deve accettare Cristo nel cuore, il Cristo della Sacra Bibbia e non quello falso delle religioni come la chiesa cattolica o delle organizzazioni settarie, avere dei buoni propositi, incominciare a fare opere buone, avere un cuore disponibile a Lui non esiste altro modo per scampare il fuoco eterno della Geenna.

Dio è in grado di annientare le opere di satana, Cristo ha il potere di spezzare i legami che ci possono essere tra una persona e il diavolo ma è necessario che uno lo desideri che lo voglia, che cerchi Dio nella sua vita.

Deuteronomio 30:19 Io prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra, che io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, perché possa vivere, tu e i tuoi discendenti,