CHI SONO E CHI RISONO

Non sono un predicatore, la parola predicatore è troppo grossa, sono un pizzaiolo che conosce sufficientemente le sacre scritture, (qualche cattivello cattivella dice: vai a fare le pizze che è meglio!!) magari potessi, magari potessi, lasciamo stare questa cosa., il predicatore è un servo di Dio, spiritualmente molto forte e con una grande conoscenza della sacre scritture, cose che non riguardano me, quel poco che so lo metto a disposizione degli altri, qualche volta mi sono definito evangelista ma ho ritirato la cosa, ho dirottato ragazzi, ho dirottato, chiedo scusa a tutti, anche essere evangelista è una cosa molto grande, diciamo che sono un riflettista, uno che cerca di fare riflettere bene le persone (sono riuscito ad inventare  un nuovo dono ministeriale)

Non mi sento perfetto e non lo sono soltanto Cristo lo è, però cerco di fare del mio meglio, c’è la metto tutta ragazzi cosa volete da me, sono difettato perché la carne è incorreggibile malgrado ciò non prendo soldi da nessuno, nessuno mi paga per parlare della Sacra Bibbia e di certe riflessioni, gratuitamente avete ricevuto e gratuitamente date dice la Parola di Dio.

Io scrivo in questo blog alcune riflessioni e molti versetti biblici poi spetta a voi riflettere bene con l’aiuto di Cristo, me non ho mai detto o fatto pensare a qualcuno di fidarsi di me, niente affatto anzi l’ho detto anche in passato tante volte di essere difettato carnalmente non spiritualmente attenzione, dico sempre che uno deve leggere la Bibbia con l’aiuto di Cristo il Maestro per eccellenza e non con la mia mente o con la mente degli altri o con la propria mente. A volte mi è capitato di dire delle cose sbagliate perché mi sono fatto prendere dalla carne e quando mi sono accorto ho tolto dal blog le cose errate.

Il fatto di essere povero e di stare in una situazione di stallo questo è uno svantaggio per me ma non soltanto lo è anche per gli altri, molti credenti vanno appresso a dei seduttori di menti perché vedono in loro molta prosperità e perciò credono che loro siano i servi di Dio, se non hai l’automobile di almeno 25 mila euro e non porti al polso un orologio da almeno 1000 euro e non hai almeno un appartamento in città non vieni considerato dalla massa di credenti, eppure Cristo è stato sulla terra economicamente povero e i suoi discepoli altrettanto poveri, anche gli altri servi di Cristo sono stati poveri, erano lavoratori si guadagnavano il pane quotidiano.

Cerco di fare riflettere le persone in mezzo ad una grande confusione che c’è nella chiesa evangelica: tante denominazioni, tante diverse e contrastanti dottrine predicate da uomini e donne, tante opinioni diverse tra gli stessi credenti, tanto chiasso, tanto baccano in mezzo ad una chiesa che ormai sta nella totale apostasia.

L’apostasia o il decadimento spirituale della chiesa di Cristo è dovuto alla malvagità di certi conduttori che stanno facendo un macello nella chiesa di Cristo e naturalmente anche alla malvagità di certi credenti che li fanno prosperare (capre)

Conduttori o guide che si fanno chiamare servi di Dio che in verità sono dei disonesti intenti solo a svuotare le tasche e a deviare i credenti dalla retta via.

Se molti facessero bene attenzione alle sacre scritture non si farebbero abbindolare dai tanti disonesti lestofanti che circolano nella chiesa di Cristo, eppure tante volte la Parola di Dio dice di fare bene attenzione ai lupi rapaci, ai servi di mammona, ai falsi ministri che sono formidabilmente abili nella chiacchiera e nel sedurre le menti.

La Sacra Bibbia è un libro che permette di fare dire ciò che si vuole, di manipolarlo come più si preferisce ma guai a quelli che fanno queste cose, è un libro che permette di essere sfruttato per dei vili progetti, per lucro e per assoggettare persone a sé.

Chi vuole conoscere la Bibbia sarebbe meglio per lui farlo attraverso l’aiuto di Cristo, il Maestro per eccellenza e non rivolgersi agli uomini.

Qualcuno dice: e dei conduttori cosa ne facciamo? Cosa c’è ne facciamo dei pastori?

Il problema è che siamo agli ultimi tempi ed è diventato così tutti difficile, è raro che un pastore sia veramente un pastore, è raro di questi tempi riuscire a trovare un conduttore o una guida che siano delle persone timorate di Dio e non delle persone intente a svuotare le tasche e a sviare i credenti dalla retta via quindi e meglio dare retta a questo versetto biblico: Giacomo 1:5 Ma se qualcuno di voi manca di sapienza, la chieda a Dio che dona a tutti liberamente senza rimproverare, e gli sarà data.