l’umanità i figli di Dio e i figli del maligno

Genesi 8:21 ….. perché i disegni del cuore dell’uomo sono malvagi fin dalla sua fanciullezza; …..

Geremia 17:9 Il cuore dell’uomo è ingannevole più di ogni altra cosa e insanabilmente maligno; chi lo può conoscere?

Il Signore l’Eterno non ha creato l’umano in questo modo, lo è diventato subito dopo il peccato o la morte spirituale di Adamo.

Gli umani sono le creature più infide e ostinate di tutta la terra, essi sono per natura predisposte al male, predisposte al male significa che facilmente commettono ogni sorta di peccato e sono attratti da ogni genere di menzogna e di malvagità.

Per questa ragione i falsi profeti, i servi di mammona, i settari che stanno nelle chiese evangeliche, il capo della chiesa cattolica romana, le altre religioni etc. etc. sono seguiti da una numerosissima parte di persone perché i loro cuori sono malvagi, sono cuori che necessitano di un cambiamento concreto, di una veritiera conversione a Cristo ma per giungere a questa benedetta conversione le persone devono desiderare di cambiare se non lo desiderano non c’è niente da fare per loro.

Quando si dice l’uomo La Sacra Bibbia intende dire tutta l’umanità, è onesto dire che ci sono persone meno cattive e altri più cattivi non è che tutti sono degli assassini o tutti sono dei crudeli, il fatto è che la cattiveria dell’umano è varia, ci sono anche i cattivi che pur non facendo alcun diretto male agli altri commettono la cattiveria non aiutando gli altri pur avendone la possibilità di farlo.

La Sacra Bibbia è un libro particolare, non è un libro qualunque è la Parola di Dio e per comprenderla è necessario desiderarlo con un cuore che cerca l’Eterno e con essa si giunge sempre a parlare dei figli del maligno (Giovanni 8:44) (Romani 9:22) perché questi rappresentano il male che c’è nel mondo, questi creano sofferenza e morte nel mondo e non cambiano quindi loro sono il male all’ennesima potenza.

Se non esistessero i figli del maligno, il Signore l’Eterno non sarebbe costretto a mettere fine al corso dell’umanità ma deve farlo se no il male non smetterebbe mai di esistere.

Cristo è morto e resuscitato per l’intera umanità dice la Sacra Bibbia (Romani 5:18) il fatto è che non tutti accetteranno o non avranno accettato questa grazia ma molti l’avranno respinta, rifiutata, rigettata perché godono nella malvagità e non vogliono cambiare la loro condotta o il loro andazzo.

Se non esistessero i figli del maligno la Sacra Bibbia non ne avrebbe mai parlato, non li avrebbe mai menzionati e tutti cioè l’intera umanità si sarebbero convertiti a Cristo, al Cristo delle sacre scritture, il Vivente, ma questa cosa non può esistere perché quelli che si convertiranno o che si saranno convertiti a Cristo sono soltanto una piccola parte dell’umanità, Dio ha previsto tutto ancora prima che gli umani fossero stati creati ed abitassero la terra. (Luca 12:32) (Romani 9:11)

Il Signore l’Eterno conosce la fine di ogni singolo individuo o anima in tutto l’esistenza umana perché la sua intelligenza è incommensurabile Egli è Onnisciente, è anche un Dio perfettamente Leale verso l’intera umanità, ciò vuole dire che quelli che andranno in perdizione cioè i figli del maligno avranno avuto anche loro la possibilità di essere salvati ma loro avranno sempre respinto la grazia di Cristo per questa ragione Cristo li considera figli del maligno o stirpe maledetta da Dio.

In diverse parole loro sono figli del maligno perché lo vogliono essere loro, per scelta, assolutamente no che Dio impedisce una parte di persone di convertirsi dalla malvagità, dall’ingiustizia, quindi la salvezza dipende dalla propria volontà personale, dalle proprie scelte personali poiché Dio ha creato l’uomo a sua immagine cioè con una coscienza, con una intelligenza e con una volontà individuale o singolare infatti Dio ha inviato Cristo sulla terra per dare a tutti all’intera umanità la possibilità di essere riconciliati a Lui mediante la conversione. Nessuno di quelli che andranno in perdizione potrà dire : Signore ma tu non mi hai voluto salvare, Signore tu mi impedivi di convertirmi a te, Signore tu mi obbligavi a commettere il male etc. etc, niente di tutto questo, ognuno è singolarmente responsabile del suo destino eterno, la sacrosanta e benedetta speranza di salvezza, di vita eterna l’hanno ricevuta tutti, l’intera umanità perché Dio è perfettamente Leale.

Il Signore l’Eterno non costringe nessuno a commettere crudeltà, malvagità o qualunque altra perfidia o male, se certi umani provano piacere nel commettere ogni tipo di malvagità  e non vogliono cambiare rotta è una loro scelta, una loro preferenza, una loro volontà.

L’Altissimo non ha bisogno di aspettare per vedere un umano cosa fa, Egli è Grande in intelligenza e potenza ha visto prima la loro malvagità e poi li ha dovuti escludere dal Libro della Vita o dalla vita eterna e sono quindi divenuti figli del maligno cioè appartengono spiritualmente a satana  (Apocalisse13:8) nessuno può sorprendere l’Eterno.