i pesi morti nella chiesa di Cristo

Quanta spazzatura che passa per quella specie di chiesa evangelica, falsi profeti, servi di mammona, falsi apostoli, gente di cacca degna di tenebre e caligine, e che uomo disonesto conduce quel tipo di comunità, un uomo marchiato 666 nell’anima, un uomo che prende il denaro dai credenti lavoratori e pensionati, un disonesto che ha fatto della Bibbia un guadagno senza lavorare, uno schifoso che insegna ai credenti l’interesse per la prosperità materiale e per le altre cose del mondo, un vile che permette alle donne di essere pastore, un soggetto senza alcun timore di Dio, che fa alleanza con gli idolatri della chiesa cattolica romana invece di dire ai cattolici che devono convertirsi dalla loro idolatria, un uomo che fa finta di credere nelle sacre scritture, un essere spregevole che buffoneggia e fa dire alla Bibbia ciò che la Bibbia non dice, un parassita che vive senza faticare, un verme che istiga i credenti ad essere ribelli verso la Sacra Bibbia.

Essi sono dei pesi morti non sono di alcuna utilità nella chiesa anzi sono pericolosi per le anime mescolano con grande abilità svariate menzogne assieme ad alcune verità.

Se solo quei credenti che lo seguono ciecamente per un attimo prendessero in considerazione la Sacra Bibbia, per un istante facessero attenzione a quello che Dio vuole dire a loro attraverso la sua parola si scrollassero di dosso quel peso morto una buona volta per tutte e farebbero del bene alle loro anime.

2Pietro 2:3 E nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole bugiarde; ma la loro condanna è da molto tempo all’opera e la loro rovina non si farà attendere.

2Corinzi 11:13 Tali falsi apostoli infatti sono degli operai fraudolenti, che si trasformano in apostoli di Cristo. 14 E non c’è da meravigliarsi, perché Satana stesso si trasforma in angelo di luce. 15 Non è dunque gran cosa se anche i suoi ministri si trasformano in ministri di giustizia, la cui fine sarà secondo le loro opere.

2Pietro 2:17 Costoro sono fonti senz’acqua, nuvole sospinte dalla tempesta, ai quali è riservata la caligine delle tenebre infernali per sempre.

Giuda 12 Costoro sono macchie nelle vostre agapi, mentre banchettano assieme a voi senza timore, pascendo se stessi; essi sono nuvole senz’acqua, sospinte qua e là dai venti, alberi d’autunno senza frutti, doppiamente morti, sradicati, 13 onde furiose del mare che vomitano la schiuma delle loro brutture, stelle erranti a cui è riservata la caligine delle tenebre infernali per sempre.

Romani 16:18 costoro infatti non servono il nostro Signore Gesù Cristo ma il proprio ventre, e con dolce e lusinghevole parlare seducono i cuori dei semplici.

1Timoteo 6:5 vane dispute di uomini corrotti nella mente e privi della verità, che stimano la pietà essere fonte di guadagno; da costoro separati.

1Timoteo 2:12 Non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sull’uomo, ma ordino che stia in silenzio. 13 Infatti è stato formato per primo Adamo e poi Eva. 14 E non fu Adamo ad essere sedotto, ma fu la donna che, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione.

1Tessalonicesi 2:9 Voi, fratelli, vi ricordate infatti della nostra fatica e travaglio, come lavorando giorno e notte per non essere di peso a nessuno di voi, abbiamo predicato tra voi l’evangelo di Dio.

2Tessalonicesi 3:8 e non abbiamo mangiato gratuitamente il pane di alcuno, ma abbiamo lavorato con fatica e travaglio giorno e notte, per non essere di peso ad alcuno di voi. 9 Non già che non ne avessimo il diritto, ma per darvi noi stessi un esempio affinché ci imitaste.10 Infatti, anche quando eravamo tra di voi, vi ordinavamo questo: se qualcuno non vuol lavorare neppure mangi.

Atti 20:29 Infatti io so che dopo la mia partenza, entreranno in mezzo a voi dei lupi rapaci, i quali non risparmieranno il gregge,

Ezechiele 34:10 Così dice il Signore, l’Eterno: «Ecco, io sono contro i pastori; chiederò loro conto delle mie pecore e li farò smettere dal pascere le pecore. I pastori non pasceranno più se stessi, perché strapperò le mie pecore dalla loro bocca e non saranno più il loro pasto».

Isaia 56:11 Sono cani ingordi, che non sono mai sazi; sono pastori che non capiscono nulla; seguono tutti la loro via, ognuno mira al proprio interesse, per conto suo.