è una grande virtù temere Dio

Occorre il timore di Dio, ci vuole il timore di Dio nel proprio cuore per fare le cose buone e non fare le cose cattive o peccaminose, per fare le cose che piacciono a Dio e non fare le cose che gli dispiacciono.

Senza il timore di Dio non è possibile essere dei buoni cristiani, senza il timore di Dio si è molto carnali, si pecca facilmente.

Essere perfetti come Cristo non è possibile però avere il timore di Dio aiuta tanto ad avere una condotta migliore, un comportamento meno carnale e più spirituale.

Il timore di Dio ci fa riflettere, ci fa pensare prima di agire, ci aiuta ad avere autocontrollo.

Se la Bibbia dice non rubare, non commettere fornicazione, non bestemmiare etc. etc. dipende da noi se vogliamo osservare oppure trasgredire, se abbiamo il timore di Dio sarà più difficile che trasgrediamo se non abbiamo il timore di Dio sarà più facile che trasgrediamo.

Delle persone quando parlo della Bibbia si infastidiscono e si arrabbiano contro di me come se l’avessi scritta io la Bibbia, dico a loro la parola di Dio dice che la donna non deve essere pastore, che i cristiani devono vestire semplice non con abiti sexy o lussuosi, che i cristiani non devono essere avidi di denaro e non devono quindi desiderare di diventare ricchi, e altre cose e loro si arrabbiano di brutto contro di me e io dico a loro arrabbiatevi contro Dio è Lui che ha scritto la Sacra Bibbia non io che sono un misero e difettato umano.

Me parlo della Sacra Bibbia non perché voglio apparire un ottimo o eccellente cristiano o perché voglio mettermi una maschera, ci sono cristiani molto migliori di me forse sono tra i peggiori il punto è che Dio dice che si deve predicare la Sacra Bibbia in verità senza travisarla e io questo faccio, a me piace molto parlare della Sacra Bibbia e non sono pagato per farlo, a prescindere da come mi comporto e da cosa faccio nella vita privata sono responsabile di me stesso davanti a Dio, ma questo non toglie che io devo dire agli altri cosa è scritto nella Sacra Bibbia, è questo quello che faccio mi metto a dire cosa è scritto nella Bibbia non mi metto a dire che sono un eccellente cristiano o il migliore cristiano sulla faccia della terra.

se la Bibbia dice che non si deve rubare, che non si deve uccidere, che non si deve fare del male alle persone lo dice la Sacra Bibbia non lo dico io allora non capisco perché si arrabbiano contro di me, forse perché non sono degno di parlare della Bibbia? può darsi di si, spero di avere un comportamento migliore allora, però non è giusto che mi abbassi tantissimo anche se sono difettoso non opprimo nessuno, non faccio del male a nessuno e neanche lo faccio fare a qualcun’altro, non sono un criminale delinquente o assassino grazie a Dio.

Il fatto è che se uno parla della Bibbia dovrebbe avere una buona condotta cristiana prima davanti a Dio e poi davanti alle persone, si dovrebbe essere il meno carnali possibile e il più spirituali possibile altrimenti ci si rende molto antipatici e odiosi e si viene ignorati, se uno se una parla della Bibbia e poi ha un carattere di cacca o un comportamento di demone quello che dice degli altri di negativo condanna se stesso, se stessa, il Signore l’Eterno vede, osserva.

Non c’è altro da aggiungere il discorsetto finisce qui, chi vuole ignorare o respingere i comandamenti di Dio è libero di farlo chi invece teme Dio allora sarà inclinato ad osservarli.

Io ho timore di Dio? sono fatti miei, io sono responsabile di me stesso davanti a Dio, se ho timore o non ho timore di Dio sono cose che sa Dio.

Salmo 111:10 Il timore dell’Eterno è il principio della sapienza; hanno grande sapienza quelli che mettono in pratica i suoi comandamenti; la sua lode dura in eterno.

Giobbe 28:28 E disse all’uomo: “Ecco, temere il Signore, questo è sapienza, e fuggire il male è intelligenza”».

Ecclesiaste 12:13 Ascoltiamo dunque la conclusione di tutto il discorso: «Temi DIO e osserva i suoi comandamenti, perché questo è il tutto dell’uomo».