è buona cosa accontentarsi del sufficiente

C.E.I.

Ebrei 13:5 La vostra condotta sia senza avarizia; accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: Non ti lascerò e non ti abbandonerò.

Diodati

Ebrei 13:5 Sieno i costumi vostri senza avarizia, essendo contenti delle cose presenti; perciocchè egli stesso ha detto: Io non ti lascerò, e non ti abbandonerò.

Nuova Diodati

Ebrei 13:5 Nel vostro comportamento non siate amanti del denaro e accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò».

Nuova Riveduta

Ebrei 13:5 La vostra condotta non sia dominata dall’amore del denaro; siate contenti delle cose che avete; perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò».

Riveduta (Luzzi)

Ebrei 13:5 Non siate amanti del danaro, siate contenti delle cose che avete; poiché Egli stesso ha detto: Io non ti lascerò, e non ti abbandonerò.

C.E.I.

1Timoteo 6:8 Quando dunque abbiamo di che mangiare e di che coprirci, contentiamoci di questo.

Diodati

1Timoteo 6:8 ma, avendo da nudrirci e da coprirci, saremo di ciò contenti.

Nuova Diodati

1Timoteo 6:8 ma quando abbiamo di che mangiare e di che coprirci, saremo di questo contenti.

Nuova Riveduta

1Timoteo 6:8 ma avendo di che nutrirci e di che coprirci, saremo di questo contenti.

Riveduta (Luzzi)

1Timoteo 6:8 ma avendo di che nutrirci e di che coprirci, saremo di questo contenti.

C.E.I.

Proverbi 30:8 tieni lontano da me falsità e menzogna, non darmi né povertà né ricchezza; ma fammi avere il cibo necessario,

Diodati

Proverbi 30:8 Allontana da me vanità e parole di bugia; Non mandarmi povertà, nè ricchezze; Cibami del mio pane quotidiano;

Nuova Diodati

Proverbi 30:8 allontana da me falsità e menzogna; non darmi né povertà né ricchezza, cibami del pane che mi è necessario,

Nuova Riveduta

Proverbi 30:8 allontana da me vanità e parola bugiarda; non darmi né povertà né ricchezze, cibami del pane che mi è necessario,

Riveduta (Luzzi)

Proverbi 30:8 allontana da me vanità e parola mendace; non mi dare né povertà né ricchezze, cibami del pane che m’è necessario,