attenti ai figliuoli e alle figliuole del maligno

Isaia 59:1 Ecco, la mano dell’Eterno non è troppo corta per salvare, né il suo orecchio troppo duro per udire. 2 Ma le vostre iniquità hanno prodotto una separazione fra voi e il vostro DIO, e i vostri peccati hanno fatto nascondere la sua faccia da voi, per non darvi ascolto.

Sarebbe meglio per i seguaci di Cristo l’astenersi dai desideri della carne che allontanano da Dio e fanno felici i figli di satana (Giovanni 8:44)

Il peccato produce la morte cioè separa l’uomo da Dio, Romani 7:13 Ciò che è buono è dunque diventato morte per me? Così non sia; anzi il peccato mi è diventato morte, affinché appaia che il peccato produce in me la morte per mezzo di ciò che è buono, affinché il peccato divenisse estremamente peccaminoso per mezzo del comandamento.

La Bibbia dice che non si deve peccare quindi i cristiani non dovrebbero commettere fornicazione, adulterio o altri tipi di peccati 1Pietro 2:11 Carissimi, io vi esorto, come stranieri e pellegrini, ad astenervi dai desideri della carne che guerreggiano contro l’anima.

Non peccare più è molto difficile per alcuni per altri meno difficile ma per nessuno è impossibile, è giusto davanti a Dio essere meno carnali e più spirituali per non dare occasione ai figli di satana di distruggerci  (Efesini 4:27 e non date occasione al diavolo.) se si pecca, o si persevera nei peccati si concede spazio ai figli di satana di essere irrimediabilmente distrutti. (Matteo 13:38 ……. figli del maligno)

Devo ricordare che i figli e le figlie di satana sono manovrati dal loro padre per distruggere, per uccidere, per danneggiare, per fare soffrire, per fare morire le persone in particolare modo i cristiani. (1Pietro 5:8 Siate sobri, vegliate, perché il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.)

Il peccare è piacevole per la carne, per i sensi ma crea molta possibilità ai figliuoli e alle figliuole del maligno di fare del male.